Al via nel mese di gennaio il cantiere per la ristrutturazione Il centro balneare sarà comunque agibile durante l’estate

Lavori fino a 2005 per riqualificare il «Lido»

27/12/2003 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Dovreb­bero com­in­cia­re a gen­naio per con­clud­er­si solo nell’estate 2005 i lavori di ristrut­turazione del Lido di Lona­to. Un inter­ven­to rad­i­cale di riqual­i­fi­cazione del­la strut­tura che nasce sot­to il seg­no di una stret­ta col­lab­o­razione tra pub­bli­co e pri­va­to. Da un lato la soci­età inter­es­sa­ta che ha vin­to la gara d’appalto e che ha pre­sen­ta­to un prog­et­to di sis­temazione degli immo­bili che prevede una spe­sa di ben 820 mila euro. Dall’altra parte il Comune che, in cam­bio dell’affidamento del­la ges­tione per un cer­to numero di anni, darà un con­trib­u­to in denaro di 445 mila euro, da decurtare dal canone di affit­to. Una oper­azione di «project financ­ing» des­ti­na­ta a togliere dall’oblio questo cen­tro bal­n­eare costru­ito nel lon­tano 1969 e cresci­u­to sen­za un pre­ciso dis­eg­no. Insom­ma una car­toli­na in bian­co e nero del pas­sato, da trasfor­mare sec­on­do le nuove esi­gen­ze di un serio impianto per la bal­neazione. La zona, sot­to tutela ambi­en­tale del 1956, è decisa­mente una delle più belle del gol­fo nat­u­rale tra il Vo e Padenghe. Attual­mente nel Lido sono riconosci­bili due set­tori con dif­fer­ente uti­liz­zo e servizi. L’area a est des­ti­na­ta a spi­ag­gia pub­bli­ca, con annes­si cinque cor­pi di cab­ine, un chiosco bar e zona pic­nic: l’area ad ovest occu­pa­ta invece da un edi­fi­cio cir­co­lare des­ti­na­to a ris­torante-pizze­ria. Nel cor­so degli anni sono sta­ti effet­tuati diver­si inter­ven­ti che han­no appor­ta­to mod­i­fiche ai vari cor­pi. Oggi è però evi­dente lo sta­to di degra­do gen­er­al­iz­za­to: infil­trazioni di acqua dal­la cop­er­tu­ra, pavi­men­tazioni in più par­ti scon­nesse, impianto di riscal­da­men­to non fun­zio­nante e inuti­liz­za­to da oltre 15 anni, servizi e cuci­na non a nor­ma. L’intervento per­ciò si pro­pone di riqual­i­fi­care l’intero Lido con opere di manuten­zione stra­or­di­nar­ia, in modo da ren­dere fruibili tutte le strut­ture esisten­ti, adeguate ai nuovi stan­dard e com­ple­ta­mente risanate. E non ulti­mo, di poten­ziare il ris­torante. Il nuo­vo prog­et­to pre­sen­ta­to dal­la soci­età pri­va­ta è sta­to approva­to nelle scorse set­ti­mane dal Comune. I lavori dunque dovreb­bero pren­dere il via il mese prossi­mo e pros­eguire per tut­ta la pri­mav­era. Subi­ran­no una inter­ruzione per l’apertura esti­va del­la spi­ag­gia per con­clud­er­si nel prossi­mo inver­no. Insom­ma, si dovrà atten­dere almeno un anno per avere un com­ple­to e defin­i­ti­vo restyling del Lido.