a Lazise quattro nuovi cavalieri insigniti “Onore e Merito della Repubblica Italiana”

14/12/2017 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Il Prefet­to di Verona Sal­va­tore Mulas ha con­seg­na­to in Prefet­tura le pergamene a quat­tro neo cav­a­lieri lacisien­si, insigni­ti il 2 giug­no scor­so dal Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Ser­gio Mattarel­la ed un attes­ta­to di Pub­bli­ca Ben­e­meren­za “al mer­i­to civile” con­fer­i­to dal Min­istro del­l’In­ter­no. L’at­tes­ta­to di Pub­bli­ca Ben­e­meren­za al Mer­i­to Civile è sta­to con­fer­i­to a Nico­la Olivet­ti per aver sal­va­to da annega­men­to una bam­bi­na tedesca il 21 agos­to del 2012  cadu­ta con la sua bici­clet­ta nelle acque del por­to vec­chio.

Sono quat­tro nuovi “Cav­a­lieri” che attra­ver­so lo Sta­to sono sta­ti riconosciu­ti meritevoli di un tito­lo onori­fi­co per la loro disponi­bil­ità ed atti­vo impeg­no nel mon­do del volon­tari­a­to, del­la filantropia e delle attiv­ità benefiche o per aver dato lus­tro alla Nazione.

Lus­tro alla Nazione è sicu­ra­mente ricon­ducibile alle medaglie con­quis­tate da Daniele Dorizzi, attuale pres­i­dente del Grup­po Sporti­vo Le Sgal­mare di Colà, nel cor­so delle sue prestazioni sportive quale trapi­anta­to di rene. Una rinasci­ta ed una voglia di vivere che lo han­no por­ta­to ad esprimer­si con lo sport por­tan­do in alto i col­ori del nos­tro tri­col­ore in varie nazioni del mon­do. Per queste imp­rese sportive ha rice­vu­to il plau­so del­l’al­lo­ra Pres­i­dente Gior­gio Napoli­tano e dal gov­er­na­tore del Vene­to Luca Zaia.

Vit­to­ria Pachera, la pres­i­dente del­l’As­so­ci­azione Anziani di Lazise, da moltissi­mi anni impeg­na­ta nel mon­do del­l’as­so­ci­azion­is­mo e del volon­tari­a­to soprat­tut­to a Pacen­go.

Giampao­lo Sar­tori, vicepres­i­dente provin­ciale del­l’As­so­ci­azione Nazionale Artiglieri d’I­talia, nonché pres­i­dente del­la sezione lacisiense, impeg­na­to in moltepli­ci inizia­tive che il sodal­izio sta real­iz­zan­do a liv­el­lo provin­ciale.

Gino Bara­to  per molti anni partecipe nel­la attiv­ità ammin­is­tra­ti­va locale e uno dei cofau­tori del fra la cit­tà bavarese di Rosen­heim e Lazise.

Sono quat­tro cit­ta­di­ni che sono sta­ti con­siderati dal Capo del­lo Sta­to per il loro impeg­no sociale – affer­ma il sin­da­co Luca Sebas­tiano – e ne sono molto ono­ra­to. Del resto – con­tin­ua Sebas­tiano – a Lazise il mon­do asso­cia­ti­vo a tut­ti i liv­el­li è attivis­si­mo e ric­co di moltepli­ci inizia­tive. Sono pro­prio  le donne e gli uomi­ni di questi sodal­izi che con­tribuis­cono a fare grande la nos­tra Nazione, il nos­tro ter­ri­to­rio, le nos­tre comu­nità. Un lus­tro per loro ed anche per la nos­tra cit­tà. Una sot­to­lin­ea­tu­ra par­ti­co­lare per l’at­to val­oroso di Nico­la Olivet­ti che non ha esi­ta­to un atti­mo nel cor­rere in soc­cor­so del­la ragazz­i­na cadu­ta nelle acque del por­to. Un cosid­det­to “ figlio d’arte”- con­clude il sin­da­co – in quan­to suo padre Gio­van­ni è sta­to insigni­to del­la medaglia di bron­zo al mer­i­to civile per un grande atto di ero­is­mo com­pi­u­to in gioven­tù.”

Ser­gio Baz­er­la

 

Parole chiave: