«Un turismo più ricco e meno caotico». È questo il «sogno» rivelato dell’assessore ai servizi sociali Ermanno Azzolini

Megaparcheggi per contrastare la Gardesana bis

10/01/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(s.j.)

«Un tur­is­mo più ric­co e meno caoti­co». È questo il «sog­no» riv­e­la­to dell’assessore ai Erman­no Azzoli­ni nel cor­so del dibat­ti­to con­sil­iare avente come ogget­to l’approvazione dell’accordo di pro­gram­ma per la redazione del­lo stu­dio di fat­tibil­ità del­la stra­da di decon­ges­tion­a­men­to del­la Riv­iera Vene­ta set­ten­tri­onale del Gar­da. «Si trat­ta di appro­fondire l’ipotesi di un nuo­vo col­lega­men­to tra il medio e l’alto lago che scor­ra nell’entroterra garde­sano in modo da ren­dere meno traf­fi­ca­ta l’attuale Garde­sana. Tut­ti i Comu­ni inter­es­sati e la Provin­cia sono per­tan­to chia­mati a finanziare lo stu­dio di fat­tibil­ità ero­gan­do una quo­ta di trem­i­la euro», ha sin­te­tiz­za­to all’inizio del­la dis­cus­sione il sin­da­co Arman­do Fer­rari dichiaran­dosi favorev­ole a trovare soluzioni alter­na­tive all’ex statale 249. Non del­lo stes­so avvi­so il suo asses­sore Azzoli­ni, non tan­to per entrare in dis­ac­cor­do con il grup­po di mag­gio­ran­za, ma per la totale con­tra­ri­età ad una sec­on­da arte­ria alle spalle del Gar­da. «Si al tur­is­mo che por­ta benessere ai nos­tri pae­si ma non ad un tur­is­mo dev­as­ta­tore», ha sot­to­lin­eato l’esponente del grup­po Vince la gente, pron­to a spolver­are un vec­chio prog­et­to. «L’ideale sarebbe costru­ire tre maxi parcheg­gi a Riva del Gar­da, Affi e Castel­n­uo­vo dove i tur­isti potreb­bero las­cia­re l’auto per poi recar­si in visi­ta ai pae­si del­la Riv­iera degli Olivi a bor­do di mezzi pub­bli­ci con corse ogni cinque minu­ti». In dis­ac­cor­do con il suo col­le­ga di mag­gio­ran­za il capogrup­po Romano Brus­co che, a pre­scindere dal­la qual­i­fi­cazione del tur­is­mo, ha rib­a­di­to la neces­sità di elab­o­rare uno stu­dio di fat­tibil­ità per trovare alter­na­tive alla traf­fi­ca­ta Garde­sana. Il provved­i­men­to è sta­to quin­di approva­to con dieci voti favorevoli, tre astenu­ti (Meschi, Zorzi e Mar­chiori) e due con­trari: l’assessore di An Azzoli­ni e il rap­p­re­sen­tante di mino­ranze col­le­ga­to alla sin­is­tra Plinio Boni.

Parole chiave: