Inizia venerdì il programma culturale di appuntamenti nell’entroterra del Garda. Dopo la tre-giorni sull’ambiente continueranno le mostre fotografiche e artistiche

Mosaicoscienze studia la «Terra» Sale in cattedra anche Piero Angela

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una scommes­sa vin­ta. Per di più in bre­vis­si­mo tem­po. Nel giro di un anno, infat­ti, — con­teni­tore di even­ti cul­tur­ali, incon­tri sci­en­tifi­ci, scop­erte e per­son­ag­gi di grande fama inter­nazionale ideato dal­l’As­so­ci­azione delle — ha già taglia­to un tra­guar­do impor­tante. Il comi­ta­to orga­niz­za­tore, dopo la pri­ma edi­zione bril­lante­mente super­a­ta a pieni voti, è rius­ci­to a met­tere insieme, sot­to un uni­co sim­bo­lo, oper­a­tori tur­is­ti­ci, com­mer­ciali e indus­tri­ali del­l’en­troter­ra del , emar­gina­to dai gran­di cir­cuiti tur­is­ti­ci, ma non per questo povero o pri­vo di risorse nat­u­rali e cul­tur­ali. Anzi… Pro­prio per questi motivi la man­i­fes­tazione, che apre i bat­ten­ti sot­to for­ma di pro­l­o­go già domani giovedì a Cas­tiglione delle Stiviere (alle 14 al plesso sco­las­ti­co Belvedere), è rius­ci­ta a ritagliar­si un inter­es­sante spazio cul­tur­ale nel panora­ma ital­iano in cui la scien­za va a brac­cet­to con la cul­tura. In questo con­testo, una deci­na di pae­si del­l’en­troter­ra garde­sano che non pos­sono e non vogliono essere iden­ti­fi­cati solo come luoghi nei quali «s’è fat­ta l’I­talia» riescono ad esprimere le loro stra­or­di­nar­ie poten­zial­ità. Il tut­to in un solo fine-set­ti­mana, in un tour­bil­lon di inizia­tive ed even­ti nei quali ognuno «ha l’op­por­tu­nità e la lib­ertà di scegliere il pro­prio per­cor­so ide­ale tra le tante pro­poste». Mosaico­scien­ze quest’an­no ruoterà attorno al tema «La Ter­ra, l’uo­mo, la ter­ra», il rap­por­to cioè tra uomo e ambi­ente nel nos­tro tem­po. Saran­no pas­sati al vaglio i prob­le­mi, le situ­azioni, le pro­poste. Impos­si­bile, per motivi di spazio, elen­care i numero­sis­si­mi appun­ta­men­ti pre­visti in cal­en­dario per l’even­to. Per conoscere tut­to nel det­taglio è pos­si­bile clic­care sul com­put­er sul sito www.mosaicoscienze.com. Altri­men­ti è pos­si­bile con­tattare infomail@mosaicoscienze.com, oppure tele­fonare allo 0376.893160 nelle ore d’uf­fi­cio. Tra i tan­ti per­son­ag­gi che han­no annun­ci­a­to la loro pre­sen­za ci sono Piero Angela, che inau­gur­erà a Vil­la Con­ti Cipol­la di Mon­zam­bano la man­i­fes­tazione ven­erdì alle 21, quin­di il pro­fes­sor Rober­to Vac­ca, docente in Automazione e grande scien­zi­a­to matem­ati­co (saba­to alle 10 sarà a Solferi­no all’Agri­t­ur­is­mo Le Sor­give). Ci saran­no inoltre il pro­fes­sor Giuseppe Papag­no, ordi­nario di Sto­ria con­tem­po­ranea, scrit­tore e ricer­ca­tore stori­co inter­nazionale (domani alle 21.30 nel­la sala con­sil­iare di Vol­ta Man­to­vana), il pro­fes­sor Edoar­do Boncinel­li, scien­zi­a­to in biolo­gia mol­e­co­lare (nel­la sala con­sil­iare di Vol­ta Man­to­vana, sem­pre domani sera alle 20.30). Non mancher­an­no, inoltre, il fisi­co di fama mon­di­ale Anto­nio Navar­ra, pre­sente a Poz­zolen­go nel­l’au­di­to­ri­um scuole saba­to alle 18, e Gior­gio Neb­bia, ordi­nario di Ecolo­gia, pre­sente sem­pre saba­to alle 15.30 nel­la sala civi­ca di Cavri­ana. A Medole, alle 21, saran­no invece Euge­nio Tut­ti e Fran­co Piavoli: il pri­mo viag­gia­tore ed esploratore veronese, il sec­on­do sen­si­bile e raf­fi­na­to reg­ista di Poz­zolen­go che delle colline moreniche ha scru­ta­to per anni ogni scor­cio. Infine, ci saran­no Mas­si­mo Poli­doro, Piero Bianuc­ci e Tul­lio Regge, per­son­ag­gi che del­la scien­za han­no fat­to il loro cre­do di vita. La man­i­fes­tazione si arric­chisce di spazi enogas­tro­nomi­ci, mostre fotogra­fiche e artis­tiche che andran­no oltre la tre-giorni di Mosaicoscienze.