Incontro "esplorativo" "per aprire un tavolo di concertazione al fine di esplorarne le eventuali reali e concrete possibilità"

Nascono le Agenzie del Territorio per il Turismo

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

PADENGHE SUL GARDA“Agenzie del ter­ri­to­rio per il tur­is­mo” era il tema che ha vis­to affluire alla Locan­da San­ta Giu­lia di Padenghe prati­ca­mente tut­ti i prin­ci­pali oper­a­tori tur­is­ti­ci e respon­s­abili dei vari con­sorzi pre­sen­ti ed oper­an­ti sul­la spon­da bres­ciana del . A con­vo­care questo incon­tro “esplo­rati­vo” “per aprire un tavo­lo di con­cer­tazione al fine di esplo­rarne le even­tu­ali reali e con­crete pos­si­bil­ità” è sta­to lo stes­so Asses­sore al tur­is­mo del­la Provin­cia di Bres­cia . “è sta­to un incon­tro profi­c­uo con la sod­dis­fazione di aver vis­to sedu­ti attorno ad un tavoli tut­ti gli oper­a­tori tur­is­ti­ci ed i pro­dut­tori vini­coli di tut­to il Gar­da, da Limone a Poz­zolen­go e Sirmione che han­no espres­so una volon­tà di pro­cedere in un per­cor­sa comune che è quel­lo del­la val­oriz­zazione del ter­ri­to­rio del Gar­da. Un avvio di una pri­ma tap­pa attra­ver­so un prog­et­to comune, che svilup­per­e­mo assieme alle ammin­is­trazioni locali, riv­olto a for­mare un Agen­zia del Ter­ri­to­rio dove il Pub­bli­co e il Pri­va­to, final­mente assieme, pro­d­u­cano quelle pro­mozioni tur­is­tiche di cui il Gar­da oggi ha bisog­no. Fa parte questo — ha sot­to­lin­eato al ter­mine del­l’in­con­tro l’Asses­sore Buf­foli — di un prog­et­to del­la Provin­cia di Bres­cia che vede nat­u­ral­mente anche la pre­sen­za di altre aree omo­ge­nee da val­oriz­zare come la Fran­ci­a­cor­ta ed il Sebi­no assieme, la Val­ca­mon­i­ca, la Val­trompia, il lago di Idro e, appun­to, il Gar­da”. Ma, abbi­amo chiesto, sarà questo un nuo­vo uffi­cio che andrà a sos­ti­tuire l’APT di Bres­cia? “No! Non ci avvicini­amo per niente al nuo­vo sis­tema di APT — ha rispos­to Buf­foli -. L’APT di Bres­cia stia viven­do oggi un peri­o­do di sof­feren­ze sia per la trasfor­mazione nor­ma­ti­va che prevede sem­pre di più un decen­tra­men­to ver­so aree omo­ge­nee. Andi­amo invece sem­pre più ver­so le neces­sità del ter­ri­to­rio, le richi­este sono appun­to di val­oriz­zare il ter­ri­to­rio per aree omo­ge­nee, esaltan­do quelle che sono le pro­duzioni e le tipic­ità di ques­ta area dan­do un loro mar­chio ben speci­fi­co e di con­seguen­za la Provin­cia si muove in ques­ta direzione che è il futuro per il tur­is­mo del­la nos­tra provin­cia, cosi vas­ta e cosi diver­sa, e che quin­di ha ques­ta grossa neces­sità di essere val­oriz­za­ta in maniera speci­fi­ca esaltan­done la sua specificità”.

Parole chiave: