Il «Fermi» apre alle scienze sociali: così cambia il liceale del terzo millennio

Nuovo indirizzo al Liceo

02/06/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Dopo lo Sci­en­tifi­co, il Clas­si­co e il Lin­guis­ti­co, il Liceo «Fer­mi» di Salò accresce la pro­pria offer­ta. Da set­tem­bre par­tirà, infat­ti, il cor­so di diplo­ma in Scien­ze sociali. «La legge sull’autonomia non è sta­ta pre­sa come let­tera mor­ta — spie­ga la pre­side Lil­iana Aimo -. Dietro sol­lecitazione del Col­le­gio docen­ti e del Con­siglio d’istituto, abbi­amo colto l’opportunità di un ampli­a­men­to quan­ti­ta­ti­vo e qual­i­ta­ti­vo, cre­an­do il Liceo delle Scien­ze Sociali. Ciò sot­to­lin­ea non solo la vital­ità del­la scuo­la, ma anche il suo carat­tere poliedri­co e la con­vinzione che la diver­si­fi­cazione degli ind­i­rizzi è la sola rispos­ta alle mutate e mutevoli esi­gen­ze cul­tur­ali del ter­ri­to­rio». Col Clas­si­co e il Lin­guis­ti­co Broc­ca, il Fer­mi è cresci­u­to fino a rad­doppi­are il numero di iscrit­ti. Tan­to che, la scor­sa estate, il numero dei diplo­mati è sta­to supe­ri­ore (per la pri­ma vol­ta) a quel­lo dell’Istituto tec­ni­co Bat­tisti. «Ulte­ri­ore impul­so alla scelta — aggiunge la pre­side Aimo- è venu­to dall’impegno pre­so dall’amministrazione provin­ciale alla costruzione del­la nuo­va sede uni­ca, sicu­ra­mente più con­facente alle neces­sità logis­tiche dell’istituto». La sede sorg­erà sul­la col­li­na sopras­tante Cam­pov­erde, alle spalle del­la caser­ma dei . In Italia Scien­ze sociali è pre­sente da un paio di anni nei licei (per esem­pio a Fer­rara, col «Man­zoni»). A liv­el­lo sper­i­men­tale, lo si tro­va in diverse local­ità. Il più vici­no, per i garde­sani, è il «Veron­i­ca Gam­bara» di Bres­cia. «Lun­gi dall’essere una riedi­zione rive­du­ta e cor­ret­ta del vec­chio cor­so Magis­trale — pros­egue la pre­side -, il cor­so pun­ta ai nuovi saperi, intro­ducen­do dis­ci­pline come Soci­olo­gia e Psi­colo­gia. In ciò si accos­ta ai sis­te­mi sco­las­ti­ci europei e non, che han­no indi­vid­u­a­to queste materie come fon­da­men­to cog­ni­ti­vo del sapere attuale e futuro. Pre­vis­to, inoltre, lo stu­dio di due lingue comu­ni­tarie, l’inglese e il tedesco, su base asso­lu­ta­mente par­i­taria». Tre le aree. Quel­la dell’Equivalenza offre l’opportunità di una sol­i­da for­mazione cul­tur­ale di base final­iz­za­ta agli impeg­ni suc­ces­sivi degli stu­den­ti, e si pone in par­al­le­lo con il bien­nio del­la mag­gior parte delle supe­ri­ori, assi­cu­ran­do in tal modo la pos­si­bil­ità di rior­i­en­ta­men­to. Ne fan­no parte dis­ci­pline canon­iche come Ital­iano, Inglese, Matem­at­i­ca, Scien­ze del­la Ter­ra, Sto­ria, eccetera, e altre che, come Econo­mia e Lin­guag­gi mul­ti­me­di­ali, sono utili nell’acquisizione delle com­pe­ten­ze richi­este per il ter­zo mil­len­nio. L’area di Ind­i­riz­zo arric­chisce la for­mazione di base con la dis­ci­plina di Scien­ze sociali e la sec­on­da Lin­gua straniera (Tedesco). L’area dell’Integrazione svilup­pa per­cor­si rispon­den­ti a esi­gen­ze del ter­ri­to­rio, poten­zia dis­ci­pline cur­ri­co­lari o ne intro­duce di nuove. «L’obiettivo di fon­do — con­clude Aimo, figlia di uno dei miti­ci pro­fes­sori di Salò — è di fornire com­pe­ten­ze gen­er­ali che con­sen­tano l’accesso a tut­ti i cor­si di lau­rea, e altre più speci­fiche nec­es­sarie all’inserimento nel mon­do del lavoro». Per ulte­ri­ori infor­mazioni è pos­si­bile clic­care su Inter­net. Sito: www.liceo-efermi.archimedianet.it. Ser­gio Zanca

Parole chiave: