Posizionati i cassonetti di differenti colori per plastica, vetro, carta e rifiuti. E dal prossimo anno anche l’umido sarà separato dal secco

Ogni immondizia ha la sua tinta

29/08/2001 in Avvenimenti
A Lazise
Di Luca Delpozzo
s.b

Nuovi rac­cogli­tori per la plas­ti­ca , il vetro, la car­ta ed i rifiu­ti soli­di urbani. Sono sta­ti appe­na col­lo­cati nei pun­ti nevral­gi­ci del cen­tro stori­co e a ridos­so del­lo stes­so per miglio­rare la dei rifiu­ti. Una rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta per il momen­to solo parziale in quan­to l’umido anco­ra non è obbli­ga­to­rio sep­a­rar­lo dal sec­co e quin­di immet­ter­lo nell’apposito con­teni­tore di col­ore mar­rone. Tra breve, sicu­ra­mente entro l’inizio del prossi­mo anno anche per l’umido inizierà l’era del­la rac­col­ta e del­la sep­a­razione dal sec­co. Un nuo­vo impeg­no per le mas­saie ma che ottimizzerà la rac­col­ta e quin­di il suo smal­ti­men­to nell’ottica del minore inquina­men­to e del­la qual­ità del­la vita, ovvero «eco­logi­ca­mente» rispet­tosi dell’ambiente e del suo habi­tat. I cen­tri di rac­col­ta a ridos­so del cen­tro stori­co sono sta­ti ripo­sizionati e rag­grup­pati in isole omo­ge­nee. Una si tro­va in viale Roma, vici­no alla caser­ma dei cara­binieri, un’altra nei pres­si del parcheg­gio La Pez­za, sul­la stra­da provin­ciale Verona-Lago ed una terza nell’area dell’ex cam­po sporti­vo in zona local­ità Mara. I nuovi rac­cogli­tori sono dis­tin­ti in col­ore bian­co per la plas­ti­ca, nel col­ore gial­lo per la car­ta e nel col­ore verde per i veri e pro­pri rifiu­ti soli­di urbani. Attigui a questi rac­cogli­tori nuovi trovano pos­to le cam­pane, di col­ore verde, pre­dis­poste per la rac­col­ta del vetro. Pari­men­ti sono col­lo­cate gli spe­ciali con­teni­tori per il recu­pero delle bat­terie e dei med­i­c­i­nali scadu­ti. Res­ta il divi­eto asso­lu­to di inserire sac­chi di rifiu­ti soli­di nei ces­ti­ni dei rifiu­ti di col­ore nero, apposi­ta­mente col­lo­cati nel cen­tro stori­co per facil­itare la rac­col­ta e lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti minu­ti prodot­ti dai tur­isti in tran­si­to per vie e cal­li. Res­ta pure il divi­eto di scari­co dei rifiu­ti fuori degli orari pre­dis­posti dal­la ordi­nan­za sindacale.

Commenti

commenti