Il clima rallenta gli arrivi e gli italiani superano gli stranieri nelle presenze

Prenotazioni sì, ma soloper un paio di notti

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una Pasqua tiep­i­da. La sin­tet­i­ca dichiarazione di Pao­lo Rossi, numero uno degli alber­ga­tori bres­ciani, fotografa forse meglio di altre il ponte pasquale sul­la riv­iera del Gar­da. Poche le pre­sen­ze con gli ital­iani in mag­gio­ran­za e solo due le not­ti che dormi­ran­no negli alberghi.«La Pasqua è arriva­ta trop­po in anticipo — affer­ma Rossi — gli arrivi sono last minute in base al tem­po, però i pro­pri­etari stranieri di sec­onde case sono arrivati in gran numero». Insom­ma, una Pasqua in tono dimes­so rispet­to a quel­la del 2007, anche se la per­centuale di chi si muoverà da casa almeno per un giorno si aggi­ra sul 14,7% . Tra i luoghi più get­to­nati tro­vi­amo il mare, men­tre al lago ver­rà cir­ca il 5% dei tur­isti al quale si deve aggiun­gere un buon 2% che han­no scel­to le local­ità ter­mali e i cen­tri di benessere. Sem­pre pri­mo l’albergo con il 36% delle pref­eren­ze, segui­to dalle case di pro­pri­età con il 24%, il 5,7% si riverserà invece negli agri­t­ur­is­mo, il 3,3% nei campeg­gi. Infine, la capac­ità di spe­sa del tur­ista si aggir­erà sui 343 euro. Un ponte con le pre­vi­sioni meteo disc­re­ta­mente buone, se si pen­sa al resto del­la penisola.CE LO DICE MeteoGarda.it. diret­to da Diego Bianchi. Ieri sole e fres­co han­no accolto gli arrivi, oggi Pasqua per­mane una situ­azione di alter­nan­za di schiarite ed annu­vola­men­ti, men­tre domani sono atte­si una mag­giore nuvolosità al mat­ti­no in suc­ces­si­vo dirada­men­to con ampi spazi di sereno al pomerig­gio. Dunque, la riv­iera del Gar­da anco­ra una vol­ta non ha tradito.Ecco, infine, il parere degli oper­a­tori. Mau­r­izio Camp­isi, Con­fe­ser­centi di Desen­zano: «noti­amo un calo attorno al 15–20%, ma il peg­gio è che i tur­isti non spendono con pre­oc­cu­pazione legit­ti­ma dei com­mer­cianti». Save­rio Zil­iani, pres­i­dente alber­ga­tori desen­zane­si: «L’80% degli alberghi è occu­pa­to però per due sole not­ti, è presto par­lare di pre­vi­sioni e poi fa anco­ra fred­di­no…». A Desen­zano, inoltre, per il ponte pasquale i locali potran­no chi­ud­ere alle 3 di notte. Spos­ti­amo­ci a Sirmione.Giancarlo Dalle Vedove, numero uno alber­ga­tori: «Tut­ti aper­ti gli alberghi, con­ti­amo più ital­iani ma solo per due giorni: purtrop­po non è una Pasqua che farà testo». Raoul Negri, pres­i­dente Ascom: «Anche da noi avver­ti­amo un calo di tur­isti con dif­fi­coltà a spendere, sarà il tem­po incer­to, sarà il peri­o­do preelet­torale e un pes­simis­mo gen­er­al­iz­za­to, purtrop­po la crisi si fa sen­tire, mal­gra­do il rin­no­va­men­to di molti negozi». Infine al Gar­da Vil­lage, dice Mau­r­izio Ian­nel­la, è pre­vis­to un 70% di posti let­to occu­pati men­tre al camp­ing Sirmione del­la famiglia Soar­di arrivi con il con­tagoc­ce, nonos­tante entrambe le strut­ture abbiano miglio­ra­to i pro­pri servizi.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti