Approvato un documento in consiglio sulla sanità locale

Preoccupazione sui servizi ospedalieri

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Il con­siglio comu­nale nel­la sua ulti­ma sedu­ta, ha approva­to all’u­na­nim­ità un doc­u­men­to sui servizi ospedalieri, in cui si esprime pre­oc­cu­pazione per la situ­azione del­l’Azien­da Car­lo Poma e soprat­tut­to per il pre­sidio locale del San Pel­le­gri­no. Il testo, let­to all’assem­blea dal­l’asses­sore Erminia Biag­gi, sot­to­lin­ea come «dopo ben 10 mesi dal­l’inse­di­a­men­to del­la nuo­va direzione, ci sia una com­ple­ta immo­bil­ità, forte­mente penal­iz­zante per tut­ta la san­ità man­to­vana, intera­mente accor­pa­ta nel­la pachi­der­mi­ca azien­da ospedaliera».Si esprime inoltre pre­oc­cu­pazione per il piano di riordi­no che il Poma intende attuare per l’ospedale di Cas­tiglione, con la muti­lazione di servizi essen­ziali. «Dopo i prece­den­ti impeg­ni alla pronta real­iz­zazione del dipar­ti­men­to di emer­gen­za e accettazione, com­pren­si­vo di car­di­olo­gia con unità coro­nar­i­ca e di trau­ma­tolo­gia, e alla costruzione del­la già finanzi­a­ta nuo­va ala del noso­comio, con­sta­ti­amo oggi un rad­i­cale dietro front impro­pri­a­mente gius­ti­fi­ca­to da esi­gen­ze di bilan­cio», han­no scrit­to i con­siglieri. Critiche anche per lo sta­to di abban­dono del grosso com­par­to ex Opg in pieno cen­tro stori­co, oltre alla richi­es­ta forte di un poten­zi­a­men­to di Oste­tri­cia e Gine­colo­gia e all’in­vi­to all’u­ti­liz­zo delle palazz­ine del­la Ghi­si­o­la per nuovi servizi di riabil­i­tazione. Unanime con­sen­so dal­l’assem­blea di Palaz­zo Gon­za­ga al doc­u­men­to. Parole decise sono in par­ti­co­lare dal capogrup­po di Cas­tiglione Domani, Gian­car­lo Mat­ti­oli: «La nos­tra provin­cia sta rischi­an­do seri­amente di perdere la san­ità pub­bli­ca. Dob­bi­amo rea­gire per­ché si trat­ta di un peri­co­lo con­cre­to con­tro il quale è indis­pens­abile battersi».