Al via la 23ª edizione dei «Venerdì culturali». Stasera si parla di monachesimo medievale

Quattro passi nella storia

05/10/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alfredo Laffranchi

Com­in­ciano oggi a Cas­tiglione gli ormai tradizion­ali «Ven­er­di cul­tur­ali cas­tiglione­si», giun­ti alla 23esima edi­zione. Il pri­mo incon­tro, stasera alle 20.30, è sul tema «Monaci e monach­es­i­mo medio­e­vale: una sto­ria di san­ti e guer­ri­eri mist­i­ci e mis­sion­ari, eru­di­ti ed agri­coltori… in fuga dal mon­do», rela­tore Car­lo Fornari. Ven­er­di 12 otto­bre alle 20.30 Gian­car­lo Anden­na (ordi­nario di Sto­ria medio­e­vale e diret­tore del Cen­tro per lo stu­dio degli inse­di­a­men­ti monas­ti­ci bres­ciani), illus­tr­erà «Le immag­i­ni di vita quo­tid­i­ana del Medio­e­vo nel tap­peto di Bayeux». Quin­di ven­er­di 19 otto­bre, sem­pre alle 20.30, Luciano Sil­veri, esper­tis­si­mo in mate­ria, trat­terà il con­tro­ver­so tema «La Sacra Sin­done a con­fron­to con la scien­za e con la sto­ria». Infine ven­er­di sera 26 otto­bre Vit­to­rio Carnemol­la illus­tr­erà «Trac­ce e tes­ti­mo­ni­anze del­la cul­tura rinasci­men­tale in Lom­bar­dia: la vicen­da del restau­ro del Cena­co­lo». I ven­er­di cul­tur­ali cas­tiglione­si — che si ten­gono nel stori­co aloisiano del Col­le­gio delle Vergi­ni — sono un’inizia­ti­va di notev­ole spes­sore, che si deve all’im­peg­no del sin­da­co Arturo Sig­urtà che ha anche recen­te­mente pre­sen­ta­to, all’ Cat­toli­ca di Bres­cia, le Gior­nate di stu­di medievali che si ter­ran­no a Cas­tiglione giove­di 11 otto­bre, ven­er­di 12 e saba­to 13 otto­bre. Un’al­tra bel­la inizia­ti­va che si pro­pone di lumeg­gia­re anche i non pochi pun­ti rimasti oscuri del­la sto­ria monas­ti­ca del­l’I­talia set­ten­tri­onale. Cas­tiglione, ha ricorda­to il sin­da­co Sig­urtà, con­ta 18.500 abi­tan­ti (tra cui 1280 extra­co­mu­ni­tari apparte­nen­ti a 54 nazioni e a 9 reli­gioni diverse) e van­ta un tes­su­to indus­tri­ale di prim’ordine e un pat­ri­mo­nio artis­ti­co di inter­esse asso­lu­to. E’ sen­za dub­bio una delle cap­i­tali del Gar­da, anche se il suo ter­ri­to­rio non arri­va al lago.

Parole chiave: