Si spacciano per carabinieri nel contattare telefonicamente albergatori, negozianti, artigiani e ristoratori del medio e alto Garda….

Quelle riviste dell’Arma? Un inganno

16/11/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Si spac­ciano per nel con­tattare tele­foni­ca­mente alber­ga­tori, negozianti, arti­giani e ris­tora­tori del medio e alto Gar­da pro­po­nen­do abbona­men­ti a riv­iste dell’Arma. Non si trat­ta di mil­i­tari, ma di truffa­tori che, di vol­ta in vol­ta, dicono di appartenere alla finan­za, alla polizia, ai vig­ili del fuo­co o ai vig­ili urbani. Pro­pon­gono spes­so abbona­men­ti a riv­iste inesisten­ti o che nul­la han­no a che fare con le forze dell’ordine. Quin­di atten­zione e avvis­are subito i cara­binieri veri — bas­ta com­porre il 112 — non appe­na si ha sen­tore di essere sta­ti pre­si di mira da chi, avu­ti i sol­di, non si fa più vedere.

Parole chiave: