Padre, madre e figlio Giannini sono presenti alla palazzina della biblioteca. Dalla Maremma alla luce dei boschi e alle «rosse» di Maranello

Qui i pennelli e l’estro sono di casa

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

Una intera famiglia di artisti. Di pit­tori, di emozioni e di col­ori che ti attra­ver­sano, che ti riem­pie l’anima ed i sen­si. Padre, madre e figlio. Pen­nel­li dap­per­tut­to, anche in cuci­na ed in cam­era da let­to. L’arte, l’estro, l’attimo fuggente ti coglie in ogni momen­to ed in ogni luo­go, e per non perdere l’emozione e la voglia di fare ogni luo­go del­la casa è «buono» per esprimer­si con i col­ori ed i pen­nel­li. È la famiglia Gian­ni­ni, milanese di nasci­ta, aril­i­cense di adozione. Apre le «danze» Francesco Gian­ni­ni, il padre, il quale ama la natu­ra, i suoi col­ori, i suoi scor­ci più bel­li. Ogni tavola è un atti­mo fuggente di vita vera. Ama par­ti­co­lar­mente la Toscana, la sua marem­ma, il suo mare, le sue colline e al sua arte. Gian­ni­ni, il figlio, dis­eg­na, anzi crea, sep­pure con il col­ore, le sue Fer­rari. Rosse, velocis­sime, qua­si vio­lente. Sem­bra­no vive, che si muo­vano su una pista immag­i­nar­ia. È un «art car design­er». Ama i motori, la veloc­ità, il ven­to. Ha dis­eg­na­to pro­totipi per il mon­do del Drake, per il suo team. Oggi le auto le vende, nei gran­di saloni del­la Mer­cedes, ma il suo cuore res­ta lega­to al mito del cav­alli­no. E non poten­do real­iz­zare, le belve con le ruote, con lo stile di Maranel­lo, si accon­tenta di immor­ta­lar­le con la tem­pra rosso fuo­co. Infine la madre e la moglie, la sig­no­ra Ani­ta Gat­ti. In due parole: la luce dei boschi. Anche lei milanese aut­en­ti­ca. Si è for­ma­ta artis­ti­ca­mente alla scuo­la d’arte del Castel­lo Sforzesco e li ha anche impara­to la scul­tura e l’arte ceram­i­ca. Tut­ti e tre han­no impara­to la scul­tura e l’arte ceram­i­ca. Tut­ti e tre han­no parte­ci­pa­to a molte mostre col­let­tive e per­son­ali ad altret­tante man­i­fes­tazioni artis­tiche nazion­ali ed inter­nazion­ali. Da qualche anno si sono trasfer­i­ti a Peschiera ed han­no aper­to il loro stu­dio in viale del­la Stazione. Una vera e pro­pria gal­le­ria che meri­ta di essere vis­i­ta­ta e dove ti vien la voglia di con­tin­uare ad ammi­rare una tela dopo l’altra. E per chi ama la rossa di Maranel­lo non c’è ver­so di stac­care gli occhi da quei quadri. E pro­prio per far conoscere le loro opere la famiglia Gian­ni­ni ha pen­sato di pre­sen­tar­si assieme alla palazz­i­na del­la comu­nale da oggi fino al 2 agos­to. Inau­gur­erà la rasseg­na il sin­da­co di Peschiera alle ore 21.

Parole chiave: -