Lo sportello comunale è un punto di riferimento per l’area del Basso Garda. In primo piano gli interventi a favore di bambini, anziani e disabili

«Servizi sociali», sostegni garantiti

Di Luca Delpozzo

A Padenghe è molto atti­vo l’assessorato dei , che si prende cura dei cit­ta­di­ni nelle fasi del­la vita in cui si trovano in dif­fi­coltà, che siano bam­bi­ni, anziani o disabili.Un impor­tante sportel­lo è quel­lo ded­i­ca­to agli stranieri, ovvero all’assistenza per le prob­lem­atiche con­nesse alla rego­lar­iz­zazione del­la pre­sen­za di cit­ta­di­ni extra­co­mu­ni­tari, e dei loro famil­iari, nel nos­tro paese. Lo sportel­lo, aper­to il lunedì e giovedì mat­ti­na, offre un servizio, di esple­ta­men­to delle pratiche buro­cratiche, a tut­ti i cit­ta­di­ni del­la Valte­n­e­si, con la pre­sen­za di un medi­a­tore cul­tur­ale e di un oper­a­tore ital­iano. Ma questo non è il solo servizio eroga­to in col­lab­o­razione con gli altri asses­so­rati ai Servizi sociali del­la Valte­n­e­si: ogni mese viene con­fezion­a­to, da parte di un’associazione di volon­tari­a­to, un pac­co ali­menta­re dis­tribuito ai bisog­nosi inser­i­ti nell’elenco sti­la­to dal­lo stes­so asses­so­ra­to, e che per Padenghe vede la pre­sen­za di 10 per­sone. «E’ un servizio molto impor­tante — ha spie­ga­to l’assessore di rifer­i­men­to, — che eroghi­amo ai cit­ta­di­ni e che con­tin­uer­e­mo a portare avan­ti. E’ impor­tante la sin­to­nia a liv­el­lo sociale che si è venu­ta a creare tra i Comu­ni del­la Valte­n­e­si, si è inizia­to un po’ per dovere, vis­to che i fon­di statali ven­gono ero­gati ai dis­tret­ti e non ai comu­ni, ma poi ci siamo abit­uati a lavo­rare, e bene, tut­ti assieme. C’è poi anche l’orgoglio che spes­so è Padenghe ad essere propos­i­ti­vo e a intrapren­dere nuovi servizi per i cittadini».Ma anche altri impor­tan­ti servizi ven­gono ero­gati per i minori. Lo sportel­lo di tutela per i minori, anche in questo caso è atti­vo su tut­ta la Valte­n­e­si con sede a Padenghe, è aper­to il mart­edì e ven­erdì pomerig­gio, gra­zie ad uno staff cos­ti­tu­ito da un assis­tente sociale, un psi­col­o­go e un legale. Poi, oltre alle tradizion­ali attiv­ità di pre­ven­zione di droghe e alcool con i ragazzi del­la terza media, il Comune atti­va anche un sosteg­no sco­las­ti­co pomerid­i­ano, su seg­nalazione da parte degli inseg­nan­ti, per i bam­bi­ni del­la ele­mentare e media, sia stranieri, e che quin­di han­no bisog­no di appro­fondire la conoscen­za dell’italiano, che di ragazzi ital­iani che abbiano dif­fi­coltà di apprendi­men­to. Inoltre, viene pro­pos­ta un’attività di ascolto e con­sulen­za, chiam­a­to Bus­so­la, riv­olto a sosteg­no del ruo­lo di inseg­nante e di gen­i­tore, sia alle ele­men­tari che alla media, di fronte ad una situ­azione di dis­a­gio. Questo prog­et­to ha rice­vu­to anche il con­trib­u­to del­la Fon­dazione Comu­nità Bres­ciana. Per le attiv­ità ricre­ative estive, oltre al tradizionale Grest, viene isti­tu­ito il Play Sport, in col­lab­o­razione con l’assessorato allo Sport e la Polisporti­va Vighen­zi. Si trat­ta di 3 set­ti­mane al ter­mine del­la scuo­la in cui i ragazzi, dai 6 ai 13 anni, ven­gono avvi­c­i­nati alle diverse dis­ci­pline sportive, come il golf e la vela, e che la scor­sa estate ha riscos­so un grande suc­ces­so, con ragazzi prove­ni­en­ti anche dai comu­ni vici­ni. Non man­cano nep­pure gli inter­ven­ti eco­nomi­ci comu­nali, sem­pre in base all’attestazione eco­nom­i­ca Isee, per nuclei famil­iari numerosi, mater­nità (medi­ante buoni e vouch­er). Per gli anziani ultra­ses­santac­inquen­ni è atti­vo il servizio di assis­ten­za domi­cil­iare, con­seg­na pasti a domi­cilio, sog­giorni cli­mati­ci, servizio trasporti, di gin­nas­ti­ca dolce, servizio pre­lievi oltre che ai diver­si inter­ven­ti di sosteg­no eco­nom­i­co. Sen­za tralas­cia­re i dis­abili ai quali viene offer­ta l’assistenza ad per­son­am e domi­cil­iare. L’ufficio dei servizi sociali è aper­to al pub­bli­co il lunedì, mer­coledì, giovedì e ven­erdì dalle 9 alle 12.30 e mart­edì dalle 14.30 alle 17.30. Per ulte­ri­ori infor­mazioni: 030–9995660, oppure servizisociali@comune.padenghe.brescia.it