Bagnini in spiaggia ed un'imbarcazione con equipaggio di specialisti in acqua. Così la capitale del Garda intende fronteggiare la nuova stagione.

Sicurezza sulle spiagge e nelle acque

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Ennio Moruzzi

Bagni­ni in spi­ag­gia ed un’im­bar­cazione con equipag­gio di spe­cial­isti in acqua. Così la cap­i­tale del Gar­da intende fron­teggia­re la nuo­va sta­gione. Un tema che è ritor­na­to dram­mati­ca­mente d’at­tual­ità nei giorni scor­si dopo l’an­nega­men­to, avvenu­to il pri­mo mag­gio, di un ben­z­i­naio 23enne man­to­vano nelle acque anti­s­tan­ti il Desenzanino.La gita di sei ami­ci in ped­alò si è infat­ti trasfor­ma­ta in trage­dia per l’ac­ci­den­tale cadu­ta in acqua del gio­vane ad una ottan­ti­na di metri di dis­tan­za dal­la riva. Nonos­tante i dis­perati ten­ta­tivi degli ami­ci di soc­cor­rerlo lan­cian­dogli due sal­vagen­ti ed il tuffo in acqua di una gio­vane ami­ca, egli si è purtrop­po inabis­sato. Il suo cor­po è sta­to ripesca­to una mez­z’o­ra più tar­di; giace­va sul fon­do a quat­tro metri di pro­fon­dità. L’e­co del­la pri­ma dis­grazia del­l’an­na­ta è rim­balza­to in Con­siglio comu­nale per inizia­ti­va di Rino Pol­loni che ha pro­pos­to ai col­leghi una mozione urgente dal sig­ni­fica­ti­vo tito­lo “Per una vita in più”. Il doc­u­men­to richia­ma i casi più ecla­tan­ti degli ulti­mi anni che han­no ripro­pos­to con forza sul il più grande d’I­talia, il tema del­la sicurez­za di chi nav­i­ga o fa il bag­no. Li ricor­diamo com­in­cian­do dal­la trage­dia ver­ifì­cat­a­si alla vig­ilia di Fer­ragos­to due anni fa quan­do un tem­po­rale pomerid­i­ano sor­p­rese una famiglia di sette tur­isti scozze­si nel­l’al­to lago. L’im­bar­cazione in balìa delle onde si rovesciò: tré per­sone morirono annegate. Gli altri aggrap­pati alla bar­ca roves­ci­a­ta andarono alla deri­va per un’in­tera notte men­tre le ricerche era­no state inter­rotte nelle ore not­turne e furono casual­mente inter­cettati e soc­cor­si dal con­du­cente del bat­tel­lo spazz­i­no che la mat­ti­na del giorno suc­ces­si­vo sta­va recan­dosi a Sirmione. E poi vi fu il caso del canoista milanese sor­pre­so dal­la bur­ras­ca a Desen­zano. Il suo cor­po non è mai sta­to resti­tu­ito dal lago. Rino Pol­loni nel­la mozione sot­to­lin­ea come il gom­mone del Com­mis­sari­a­to di polizia di Desen­zano sia sta­to trasfer­i­to recen­te­mente a Brin­disi men­tre sostiene che non è anco­ra cer­ta la ricon­fer­ma del servizio del­la motovedet­ta del­la che l’es­tate scor­sa ha stazion­a­to sul lago effet­tuan­do una venti­na di preziosi interventi.Per questi motivi la mozione sol­lecita­va gli ammin­is­tra­tori desen­zane­si a reperire risorse eco­nomiche per isti­tuire al più presto un servizio di pat­tuglia­men­to e pre­ven­zione nelle zone anti­s­tan­ti le spi­agge del­la cit­tà di Desen­zano com­p­rese fra la local­ità Vo’ e San Francesco. L’inizia­ti­va che affi­da al pri­mo cit­tadi­no l’in­car­i­co di ver­ifì­care la fat­tibil­ità del­l’in­ter­ven­to è sta­ta approva­ta. “Inten­di­amo muover­ci su due fron­ti ben pre­cisi — spie­ga il sin­da­co Anel­li -. Da un lato assi­cur­ere­mo in tutte le spi­agge ed i cen­tri bal­n­eari di Desen­zano la pre­sen­za obbli­ga­to­ria di un bagni­no. Lo abbi­amo già fat­to al Desen­zani­no dal­la Spi­ag­gia d’Oro, ci appres­ti­amo a far­lo rin­no­van­do la con­ven­zione al cen­tro bal­n­eare di Riv­oltel­la. E se da ter­ra con un pat­ti­no l’ad­det­to al sal­va­men­to vig­ilerà sui bag­nan­ti sul lago pun­ti­amo ad assi­cu­rare una pre­sen­za atti­van­do il servizio di sorveg­lian­za dal lago. La pro­pos­ta di Pol­loni è di uti­liz­zare il moto­scafo di pro­pri­età del­la , un Rio 630 con motore da 145 cav­al­li anco­ra­to a Dusano. La Regione è disponi­bile ad affi­darce­lo, anche a vender­lo. Ora res­ta da val­utare se attra­ver­so un ass­es­ta­men­to di bilan­cio tro­ver­e­mo i fon­di per imp­ie­gare due equipag­gi così da far decol­lare questo nuo­vo servizio, dice il sin­da­co. L’im­bar­cazione è des­ti­na­ta a pat­tugliare il trat­to di lago dal Vo’ a San Francesco”.

Parole chiave: