Installata accanto alla storica stazione «Pio Bettoni» una nuova postazione Sarà un punto di osservazione e di ausilio alla Protezione civile

Terremoti sotto controllo

15/07/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
se.za.

A Salò è sta­ta allesti­ta una nuo­va postazione sis­mi­ca, che affi­an­ca la stor­i­ca stazione «Pio Bet­toni». L’ha instal­la­ta Piero Fiac­caven­to, nel­la pro­pria abitazione in piaz­za Vit­to­rio Emanuele, conosci­u­ta come la Fos­sa, negli spazi del­lo stu­dio di Geolo­gia tec­ni­ca e ricerche ambi­en­tali. «Lo scopo — affer­ma Fiac­caven­to, tra l’al­tro diret­tore del­la Pio Bet­toni — è di osser­vare i microtremori sis­mi­ci e veico­lari che pos­sano inter­es­sare, in via pura­mente sper­i­men­tale, un’antica strut­tura edilizia come la mia, che è del 1400, in pieno cen­tro stori­co. Questo nuo­vo esper­i­men­to sarà un utile tas­sel­lo per capire le situ­azioni di vul­ner­a­bil­ità di vec­chi edi­fi­ci, e ril­e­vare i rischi del caso. La reg­is­trazione dei dati, mem­o­riz­za­ta in con­tin­uo nel com­put­er (24 ore su 24), è vis­i­bile sul mon­i­tor, e può essere stam­pa­ta su car­ta. La nuo­va postazione, col­le­ga­bile diret­ta­mente con l’is­ti­tu­to nazionale di geofisi­ca e vul­canolo­gia di Roma, dopo le oppor­tune ver­i­fiche, potrà diventare un ulte­ri­ore sito di osser­vazione sis­mi­ca, per la di Salò, oltre che un utile stru­men­to didat­ti­co da affi­an­care alla stazione Pio Bet­toni, riconosci­u­ta a liv­el­lo inter­nazionale, come una delle più antiche d’I­talia nei prog­et­ti Tro­mos e nel Sismos».

Parole chiave: