Ieri la consegna del Premio «Catullo»: sul palco Lilli Gruber e Mike Bongiorno

Tra giornalismo e spettacolo Sirmione torna in passerella

24/06/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Benedetta Mora

Una Sirmione vesti­ta di luci e di col­ori ha salu­ta­to ieri sera la XXII edi­zione del «Pre­mio Sirmione Cat­ul­lo». Sul pal­co di piaz­za­le Por­to, dietro al quale il castel­lo scaligero illu­mi­na­to ad arte crea­va una scenografia uni­ca, sono sta­ti con­seg­nati riconosci­men­ti ad alcu­ni pro­tag­o­nisti di una infor­mazione gior­nal­is­ti­ca, nazionale e straniera, fat­ta di tes­ti­mo­ni­anze dirette e sin­cere. I pre­miati? Ad Hans Wern­er Kilz, diret­tore di Sud­deutsche Zeitung, è anda­to il riconosci­men­to per la stam­pa estera, per l’impegno dimostra­to nel­la pro­mozione dell’immagine dell’Italia oltre con­fine. Piero Mar­raz­zo è sta­to insigni­to per­chè con la trasmis­sione «Mi man­da Raitre» ha saputo attrarre l’interesse del pub­bli­co su ques­tioni uman­is­tiche, sci­en­ti­fiche, artis­tiche e storiche. Lil­li Gru­ber ha rice­vu­to invece il riconosci­men­to «Tra cronaca e sto­ria» dall’assessore regionale al Tur­is­mo Mas­si­mo Zanel­lo (che ha patro­ci­na­to il Cat­ul­lo) per la doc­u­men­tazione degli even­ti che in questo ulti­mo anno han­no seg­na­to la sto­ria del nos­tro Paese. E infine Mike Bon­giorno, che ha rice­vu­to un pre­mio alla car­ri­era dalle mani di Alessan­dro Azzi, pres­i­dente del­la Fed­er­azione delle banche di cred­i­to coop­er­a­ti­vo. Anche quest’anno c’era un ampio pub­bli­co ad assis­tere alla cer­i­mo­nia, e come sem­pre numerosi ammin­is­tra­tori e politi­ci. Tra questi il pres­i­dente del­la Provin­cia Alber­to Cav­al­li, che da dietro le quinte ha sot­to­lin­eato l’importanza di una man­i­fes­tazione che «offre a Sirmione, e di rif­lesso a tut­to il lago di Gar­da, una vis­i­bil­ità dif­fi­cile da rag­giun­gere con altri stru­men­ti infor­ma­tivi». Insieme a Cav­al­li , asses­sore provin­ciale al Tur­is­mo, il sin­da­co di casa Mau­r­izio Fer­rari e altri rap­p­re­sen­tan­ti dell’amministrazione comu­nale del­la peniso­la. C’erano anche sig­ni­fica­tive firme del gior­nal­is­mo locale e nazionale, sta­vol­ta nel­la veste di mem­bri del­la giuria che ha attribuito i diver­si riconosci­men­ti. Il pres­i­dente Bruno Ves­pa, Anto­nio Caprar­i­ca, Fab­rizio Del Noce, Car­men Lasorel­la e Cor­radi­no Mineo sono sta­ti impeg­nati nel­la sezione stam­pa euro­pea del pre­mio; Mau­r­izio Cat­ta­neo, Ren­zo Giac­chieri, Gian Bat­tista Lan­zani, Bruno Man­fel­lot­to e Mario Pasi in quel­la tele­vi­si­va. Car­lo Con­ti, il con­dut­tore del­la ser­a­ta, ha esor­di­to promet­ten­do al pub­bli­co molte oppor­tu­nità di applau­so. E la promes­sa è sta­ta man­tenu­ta. La ser­a­ta, infat­ti, ha regala­to musi­ca di qual­ità gra­zie alla pro­fes­sion­al­ità di Ser­e­na Autieri, alla sua sec­on­da impor­tante pro­va dopo San­re­mo, che ha intrat­tenu­to il pub­bli­co esi­ben­dosi in cov­ers ital­iane e straniere, e non poche risate gra­zie al diver­tente inter­ven­to di Lino Ban­fi, recen­te­mente insigni­to del tito­lo di miglior attore dell’anno per la parte di non­no Libero nel­la serie tele­vi­si­va «Un medico in famiglia». Ma sono sta­ti soprat­tut­to gli spazi ded­i­cati agli incon­tri con i pre­miati, durante i quali i pro­tag­o­nisti han­no rac­con­ta­to i loro esor­di, le espe­rien­ze e alcu­ni aned­doti del­la car­ri­era, a regalare emozioni. La cer­i­mo­nia di con­seg­na, inti­to­la­ta «Una notte a Sirmione», è sta­ta reg­is­tra­ta e sarà trasmes­sa il prossi­mo 2 luglio in pri­ma ser­a­ta da Raiuno.

Parole chiave: