Il comitato di Castiglione: la giunta non ci ascolta

Traffico, il quartiere deluso

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

La rimane uno dei temi più con­tro­ver­si per gli ammin­is­tra­tori cas­tiglione­si e si con­fer­ma una spina nel fian­co per il sin­da­co Sig­urtà. Ques­ta vol­ta è la zona denom­i­na­ta ‘Musicisti’ a non risparmi­are frec­ciate alla giun­ta. Il prob­le­ma è cos­ti­tu­ito dalle due strade di mag­giore traf­fi­co e peri­co­lo del quartiere res­i­den­ziale, via Leon­cav­al­lo e via Toscanini.La pri­ma con­giunge via Carpenedo­lo con la zona indus­tri­ale, la sec­on­da parte dal­la ex Goitese e si dirige ver­so gli inse­di­a­men­ti pro­dut­tivi. Entrambe sono per­corse da numerose auto­mo­bili di chi ogni giorno si reca al lavoro nei capan­noni del­la zona, nonché da autotreni e fur­goni che spes­so non rispet­tano i lim­i­ti di veloc­ità, cre­an­do peri­co­lo per gli abi­tan­ti e i bam­bi­ni. «Abbi­amo avu­to numerosi incon­tri con l’am­min­is­trazione comu­nale — si legge in una nota del comi­ta­to di quartiere — facen­do conoscere al sin­da­co e agli asses­sori i nos­tri prob­le­mi. Le richi­este da noi avan­zate sono state la posa di dos­si arti­fi­ciali per lim­itare la veloc­ità, la sis­temazione del­l’in­cro­cio tra via Leon­cav­al­lo e via Carpenedo­lo, il divi­eto di tran­si­to per i mezzi pesan­ti lun­go le strade res­i­den­ziali». Evi­den­te­mente i rap­p­re­sen­tan­ti dei ‘Musicisti’ non sono sta­ti sod­dis­fat­ti dalle risposte del Comune: «Ci han­no det­to che i dos­si sono con­trari al codice del­la stra­da, ma a noi non risul­ta, e poi sono spar­si ovunque per la cit­tà. Il divi­eto di tran­si­to inoltre non si vuole met­tere per­ché il sin­da­co con­sid­era queste vie non res­i­den­ziali, ma d’ac­ces­so all’area indus­tri­ale. Per finire, l’in­cro­cio fra via Leon­cav­al­lo e via Carpenedo­lo non si può mod­i­fi­care per man­can­za di spazio, evi­den­te­mente per­ché da fas­tidio ai mezzi pesan­ti». Nes­suna rispos­ta pos­i­ti­va, quin­di, a det­ta del comi­ta­to pre­siedu­to da Mau­ro Sol­dati, in favore del quartiere, se non il divi­eto di svol­ta a sin­is­tra in via Leon­cav­al­lo per gli autotreni che proven­gono da Carpenedo­lo. «Noi abbi­amo sot­to­pos­to all’am­min­is­trazione comu­nale un palese prob­le­ma di vivi­bil­ità, pre­sen­tan­do diverse soluzioni, ed in sei mesi — si legge nel comu­ni­ca­to — sono sta­ti capaci sola­mente di resp­in­gere le nos­tre richi­este sen­za prospettare alcu­na soluzione al problema».