La grande struttura è costato oltre 500mila euro e verrà «varata» Venerdì

Un balcone sul Garda con il ponte alle foci del Sarca

30/05/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Nago Torbole

Set­tan­ta­sei metri di lunghez­za, 70 ton­nel­late di peso e una spe­sa com­p­lessi­va che supera i 500 mila euro. Il ponte che sta per essere real­iz­za­to sul­la foce del Sar­ca, a Tor­bole, promette di essere uno dei più bel­li del­la provin­cia. Pro­prio in queste ore, gli operai di una dit­ta spe­cial­iz­za­ta stan­no mon­tan­do le strut­ture in acciaio del ponte che, con tut­ta prob­a­bil­ità domani, unirà le due sponde del fiume. Com­ple­ta­mente bian­co, dota­to anche di una pic­co­la piazzetta, il ponte pog­gerà su due esili (solo appar­ente­mente) pile e rap­p­re­sen­terà l’ul­ti­mo tas­sel­lo di una lun­ga e stu­pen­da pista ciclo-pedonale. Domani, o al mas­si­mo saba­to mat­ti­na, si svol­ger­an­no le oper­azioni per il “varo” del­la pesante strut­tura: due enor­mi gru sollever­an­no lo scheletro bian­co e lo caler­an­no piano sui piloni. Un momen­to tan­to spet­ta­co­lare quan­to del­i­ca­to che i tec­ni­ci del Servizio Ripristi­no e Val­oriz­zazione Ambi­en­tale del­la Provin­cia si augu­ra­no non sia “dis­tur­ba­to” dal­la pre­sen­za di curiosi trop­po vici­ni al cantiere. Tra una deci­na di giorni, si pro­ced­erà al col­lau­do (le cui modal­ità sono anco­ra al vaglio degli esper­ti) e poi, sarà la vol­ta del­l’in­au­gu­razione uffi­ciale. Alla fine, sarà pos­si­bile pas­sare da una spon­da all’al­tra sen­za dover risalire sul ponte del­la stradale e, soprat­tut­to, sarà pos­si­bile godere di un panora­ma mer­av­iglioso su quelle che è a tut­ti gli effet­ti un bal­cone sul Gar­da. Par­ti­co­lare non trascur­abile: la Provin­cia ave­va mes­so in pre­ven­ti­vo di ter­minare l’opera nel prossi­mo otto­bre e questo vuol dire che i lavori saran­no con­clusi con cir­ca 4 mesi d’an­ticipo. Con i tem­pi che cor­rono si può dire la strut­tura sarà mod­er­na, ma la veloc­ità di real­iz­zazione è fantascientifica.