Presto i corsi per stranieri

Università: Desenzano apre alla Romania

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Dal prossi­mo autun­no, Desen­zano ospiterà cor­si uni­ver­si­tari del­la dura­ta di 4 anni ris­er­vati a stu­den­ti prove­ni­en­ti dal­la Roma­nia. Il prog­et­to, elab­o­ra­to dal pro­fes­sor Roc­cò Micò, docente dell’Istituto alberghiero di Desen­zano, è diven­ta­to realtà nei giorni scor­si con l’arrivo delle autor­iz­zazioni dei min­is­teri com­pe­ten­ti. E intan­to spun­ta una ipote­si sug­ges­ti­va: quel­la di creare una Lib­era inter­nazionale «del Gar­da e del­la Val­ca­mon­i­ca». Ma andi­amo per ordine. Gra­zie a un accor­do già oper­a­ti­vo con l’Università rume­na di Timisoara-Banat­u­lui, nei prossi­mi mesi arriver­an­no sul lago un centi­naio di stu­den­ti e docen­ti del Paese dell’Est europeo che, a rotazione, parteciper­an­no a diver­si cor­si uni­ver­si­tari: tur­is­ti­ci, mec­ca­ni­ci, ingeg­ner­is­ti­ci e architet­toni­ci, per fare qualche esem­pio. E come con­fer­ma anche il pre­side dell’Alberghiero di Gar­done-Desen­zano, Adal­ber­to Avanzi, l’istituto di via Michelan­ge­lo (che con­tin­ua a sta­bilire pri­mati in fat­to di iscrizioni) darà la disponi­bil­ità di locali e attrez­za­ture per ospitare il prog­et­to. Gli alber­ga­tori del­la cit­tad­i­na, poi, han­no garan­ti­to agevolazioni per il sog­giorno dei rumeni. Le lezioni si ter­ran­no al pomerig­gio o alla sera, e sono pre­visti stage in aziende e indus­trie: il tut­to sarà finanzi­a­to dal Fon­do europeo. Inoltre, dice­va­mo, si stan­no poi get­tan­do le basi per fon­dare a Desen­zano la Lib­era Uni­ver­sità: le domande sono già state pre­sen­tate, e i comu­ni del bas­so lago han­no già delib­er­a­to. Nei prossi­mi giorni mag­giori particolari.

Parole chiave: