Al Polo museale una nuova straordinaria pinacoteca

Villa Mazzucchelli, splendoridella «Collezione Alessandra»

12/03/2008 in Mostre
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
C.TAV.

Il polo muse­ale di vil­la Maz­zuc­chel­li, a Ciliv­erghe di Maz­zano, ha da poco tenu­to a bat­tes­i­mo una nuo­va realtà espos­i­ti­va, la «Pina­cote­ca Giuseppe Alessan­dra», che va così ad arric­chire la già grande offer­ta dei musei «stori­ci», quel­lo del­la Don­na e quel­lo del .Un’occasione per con­tes­tu­al­iz­zare meglio l’ultimo nato può essere l’incontro con l’architetto e collezion­ista tre­vi­giano che ha deposi­ta­to nei musei 50 quadri del­la sua collezione. Alessan­dra sarà pre­sente domani alla Fon­dazione, dove dalle 15 si ter­rà un incon­tro dal tito­lo «Collezionare opere d’arte: la pas­sione di una vita», nel cor­so del quale spiegherà i motivi, le ispi­razioni e le linee gui­da di un per­cor­so che l’ha por­ta­to nel cor­so degli anni a costru­ire una collezione stra­or­di­nar­ia che va dal­la pit­tura lom­bar­da e vene­ta rinasci­men­tale, con Vit­tore Carpac­cio, Paris Bor­don, Iacopo Tin­toret­to e Tiziano, accan­to ad alcu­ni gran­di maestri del Rinasci­men­to europeo, come Van Dyck e Zurbaran.L’appuntamento fa da aprip­ista per altri due incon­tri orga­niz­za­ti dal­la sezione didat­ti­ca dei musei: il pri­mo, il 3 aprile, dal tito­lo zEspres­sione cre­ati­va e gio­co: dal­la mati­ta al pen­nel­lo elet­tron­i­co»; il sec­on­do, il 10 aprile, dal tito­lo «Mate­ri­ali e ricer­ca nel­la moda con­tem­po­ranea». Entrambe queste inizia­tive si pon­gono come obi­et­ti­vo quel­lo di avvic­inare i gio­vani e il pub­bli­co in gen­erale all’attività mus­sale del­la Fon­dazione e val­oriz­zare le collezioni per­ma­nen­ti e non, il tut­to con un occhio di riguar­do per il mon­do del­la scuo­la, e a propos­i­to è da notare come sia sta­ta inau­gu­ra­ta da poco anche una nuo­va ala ded­i­ca­ta alle attiv­ità a sfon­do didat­ti­co, con per­cor­si gui­dati ai musei e lab­o­ra­tori di lavoro.Per infor­mazioni: www.museimazzucchelli.it oppure, aò tele­fono, 030 212421.

Parole chiave: -

Commenti

commenti