Home Attualità A Punta San Vigilio fra uliveti e incisioni

A Punta San Vigilio fra uliveti e incisioni

È prevista per domani, la prima di una serie di escursioni guidate, aperte alla libera partecipazione, alla scoperta delle acque venete. Da Crero di Torri del Benaco, si raggiungerà la splendida Punta San Vigilio attraversando uliveti e contrade e ammirando le famose incisioni rupestri, sempre in fianco al lago. «L’acqua ha rappresentato e rappresenta una presenza fondamentale nel Veneto e nel Veronese, sia in città come nel territorio provinciale», afferma il presidente provinciale del Centro turistico giovanile, Angelo Pasquali. «E’ stata veicolo di civiltà, luogo di incontro e di scontro tra genti, filo conduttore di un paesaggio sempre mutevole». «Perciò il Ctg veronese, assieme a quello veneto, con i suoi animatori culturali ambientali, propone di ripercorrere alcuni interessanti itinerari dal punto di vista del rapporto tra ambiente, arte, storia, civiltà e la presenza dell’acqua, offrendo al pubblico per i prossimi tre mesi visite guidate gratuite ogni fine settimana, ed interventi particolari di visita didattica con scolaresche». Questi gli appuntamenti veronesi: si comincia con il vajo di Mezzane (3 aprile). Seguiranno la val del Tasso (12 aprile), lungo l’Adige a Verona (18 aprile), nel circo glaciale del Telegrafo (25 aprile), la val dei Molini di Vestenavecchia (9 maggio), dal vajo di Squaranto al vajo dell’Orso (16 maggio).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version