sabato, Luglio 20, 2024
HomeAttualitàAlberghi, è record di aperture
Ottimisti per le prossime festività gli operatori riuniti nel Consorzio della Riviera del Garda. Ricco calendario di intrattenimenti. Desenzano e Sirmione: gli esercizi invertono la rotta rispetto al passato

Alberghi, è record di aperture

Presepi, luminarie, mostre, spettacoli e concerti. Ma soprattutto alberghi e negozi aperti. Quest’anno Sirmione, Desenzano, e poi Padenghe, Pozzolengo e Lonato, aggregati nel Consorzio della Riviera del Garda possono finalmente attaccare il cartello «tutto aperto» ed offrire così una serie di proposte, in alcuni casi anche allettanti, ai vacanzieri di Natale e di Capodanno. Con pacchetti interessanti sotto l’aspetto economico. Per esempio gli alberghi di Desenzano aperti a Natale sono 11 e a Capodanno quasi una ventina, cioè il doppio. A Sirmione 20 alberghi aperti a Natale e a Capodanno ben 33. Un record per la penisola sirmionese perché, se andiamo indietro di appena qualche anno, il numero di struture ricettive al lavoro durante le feste natalizie si contavano sulle dita di una sola mano. Un’inversione di tendenza incoraggiante perché è da tempo che il dibattito sulla «chiusura si, chiusura no» degli esercizi commerciali e degli alberghi durante la bassa stagione si è aperto senza mai però arrivare ad una svolta. Certo, hanno compiuto un passo in avanti anche le amministrazioni comunali che hanno messo mano al portafoglio in alcuni casi (come Desenzano) con l’intervento di sponsor o deciso di «pedonalizzare» alcune strade (Colombare) in occasione delle manifestazioni natalizie. Fino al 24 dicembre Desenzano offre il festival musicale «In-canti», al 6 gennaio la mostra «Un soffio di vento», l’antivigilia di Natale il concerto di Natale nel Duomo, nel porto Vecchio il presepe galleggiante. Padenghe offre alcune iniziative tipicamente natalizie: Babbo Natale il 24 e a San Silvestro un maxi-veglione nella palestra comunale con buffet e musica, con ingresso gratuito. Anche a Pozzolengo non mancheranno i consueti cori natalizi e gli appuntamenti per animare il lungo ponte natalizio: fino al 6 gennaio mostra dei presepi, il 24 rappresentazione dei ragazzi delle scuole medie, quindi una tombolata nei giorni di festa. Di Sirmione possiamo solo aggiungere che la pista di pattinaggio resta aperta fino ad oltre l’Epifania, che alla vigilia di Natale è previsto l’arrivo di zampognari e degli alpini che offriranno panettone, vino e cioccolata caldi a tutti. Ma, ripetiamo, quello che desta curiosità ed interesse è l’allargamento notevole della griglia di alberghi che da Natale a Capodanno saranno con i battenti aperti. Una strategia di «destagionalizzazione» avviata alcuni anni dalla Società Terme e sulla quale erano in pochi a crederci. Dopo due o tre anni di stop, con un calo tendenziale del 3-4% di presenze, ecco che gli imprenditori turistici hanno invertito la rotta. Rileva Filippo Ferné, presidente del Consorzio della Riviera del Garda, che unisce anche relatà private (consorzi albergatori, associazioni, consorzio del Lugana, associazione motoscafisti ed altri): «Il nostro obiettivo è quello di unire le forze e presentarci con un biglietto da visita interessante non solo nel periodo estivo ma in tutte le stagioni. Abbiamo anche organizzato una serie di incontri con la stampa estera per diffondere la ricchezza della nostra area». Infine, Adelio Zanelli, assessore al Turismo di Desenzano: «Grazie agli sponsor, come il centro ’Le Vele’ abbiamo potuto proporre un dicembre ricco di iniziative e spettacoli».

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video