venerdì, Aprile 12, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiCase e turismo a rischio, no al parco
L’assessore Truzzoli e l’on. Giorgetti spiegheranno giovedì in un incontro a Caprino le ragioni contrarie alla proposta di legge

Case e turismo a rischio, no al parco

«Questo parco non va fatto. Non siamo culturalmente contrari alla protezione dell’ambiente, ma non si può calare dall’alto e senza finanziamenti un intervento che – così come previsto nella proposta di legge approvata dal Senato – è destinato a paralizzare l’economia locale e a spopolare ulteriormente le nostre montagne». L’assessore alle politiche montane della Provincia, Marco Truzzoli, è decisamente preoccupato, oltre che amareggiato per come l’istituzione del Parco nazionale del Baldo è stata finora gestita. Insieme al parlamentare veronese di An Alberto Giorgetti, che nei giorni scorsi ha dato l’allarme comunicando l’inserimento di un emendamento sul Baldo in un progetto di legge finalizzato alle agenzie regionali di tutela ambientale, e con l’organizzazione dell’assessore della Comunità montana Fabio Beltrame, incontrerà la popolazione per spiegare a nome della Provincia le ragioni di un no irremovibile al progetto già giovedì alle 20 nella sala civica di Caprino. Secondo il parlamentare di An e gli amministratori locali, che ieri hanno ribadito la loro posizione in un incontro ai Palazzi Scaligeri, l’istituzione di un parco nazionale con tutti i vincoli di salvaguardia che comporta avrebbe dovuto essere prima discussa sul territorio e in ogni caso per nascere avrebbe avuto bisogno di un finanziamento adeguato. Il rischio altrimenti, secondo le parole di Truzzoli, «è quello di imbalsamare il territorio anziché proteggerlo».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video