venerdì, Maggio 24, 2024
HomeManifestazioniBambiniEsplorando la natura a piedi nudi: il percorso sensoriale barefoot "Fata Gavardina"...

Esplorando la natura a piedi nudi: il percorso sensoriale barefoot “Fata Gavardina” nella Valle di Ledro ti regalerà sensazioni e emozioni uniche! Un’esperienza imperdibile per i turisti amanti del turismo lento e sostenibile.

LEDRO – A Ledro una nuova “experience” per chi abbraccia la filosofia del turismo lento e sostenibile: il percorso sensoriale barefoot “Fata Gavardina”, un tracciato di 160 metri da fare a piedi nudi. Questa iniziativa è stata promossa dal Comune di Ledro e dalla Rete di Riserve Alpi Ledrensi, in collaborazione con Outdoor Advisor srl, Arco Pegaso Scrl e Garda Dolomiti Azienda per il Turismo S.p.A.

Il percorso sensoriale barefoot “Fata Gavardina” è stato inaugurato mercoledì 9 agosto nei pressi del Rifugio al Faggio, situato a Ledro, in Val Concei. Camminare a piedi nudi è il modo più semplice e immediato per entrare in contatto con la natura e ritrovare la sensazione di libertà che si aveva da bambini durante i primi passi. Lungo il percorso, i visitatori cammineranno su materiali minerali e vegetali di varia consistenza, che solleciteranno la pianta del piede in modi diversi. Ci saranno anche dei giochi che metteranno alla prova l’equilibrio e la capacità prensile dei piedi. Una tappa particolarmente interessante sarà quella della vasca del fango, dove i visitatori potranno rinfrescarsi e fare una sorta di massaggio naturale ai piedi con l’acqua fresca che scende dalla Cima Gavardina.

Durante il percorso a piedi nudi è importante rispettare alcune regole di uso e sicurezza. Innanzitutto, il percorso è aperto da aprile a ottobre ed è percorribile esclusivamente senza scarpe. I visitatori potrebbero trovare alcuni animali lungo il percorso, ma è importante ricordare che gli animali non devono essere; accompagnatori durante questa attività. In caso di maltempo o forte vento, è consigliabile rimandare la camminata. Il percorso è semplice, ma è necessario che i minori di 14 anni siano sempre accompagnati. Per concentrarsi sulle sensazioni, è consigliabile spegnere la suoneria del telefono e rimanere in silenzio per ascoltare i suoni della natura. Inoltre, poiché i piedi sono più esposti e vulnerabili quando si cammina a piedi nudi, è necessario evitare di portare oggetti estranei lungo il percorso, inclusi rami, sassi o contenitori in vetro che potrebbero rompersi e ferire chi cammina dietro di te. Durante il percorso si potranno bagnare i piedi, quindi bisogna fare attenzione a non scivolare. È importante sottolineare che il percorso, sebbene attrezzato, si trova in un bosco, quindi ci possono essere alcuni rischi legati alle condizioni climatiche, al terreno irregolare e alla possibile interazione con la flora e la fauna locale.

In conclusione, il percorso “Fata Gavardina” offre a coloro che amano il turismo lento e sostenibile un’esperienza unica nel cuore della Valle di Ledro. Camminare a piedi nudi permette di riscoprire il contatto con la natura e di godersi sensazioni e emozioni uniche. È importante seguire le regole di uso e sicurezza per vivere al meglio questa esperienza in armonia con l’ecosistema circostante.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video