Home Attualità Garda vince la coppama ora deve ripetersi

Garda vince la coppama ora deve ripetersi

113

Sarà anche un osso duro Costigliole Saluzzo, il paese piemontese che da quattro settimane è campione della trasmissione in onda il fine settimana su Rai due, ma intanto ieri Garda ha vinto e si è aggiudicata la coppa provvisoria. Una vittoria che ha reso euforica la piazza del municipio, dove si è svolta la prima parte della trasmissione «Mezzogiorno in famiglia», condotta da Tiberio Timperi e Adriana Volpe, con la regia di Michele Guardì. Alle 9,30, una finestra televisiva di un minuto ha trasmesso un vide descrittivo dell’ambiente gardesano. Poi sono iniziate le prove di registrazione in piazza, con figuranti in costume d’epoca del Palio delle contrade, più volte menzionato dalla conduttrice in collegamento da Garda, Chiara Giallonardo. Ripresi anche vogatori sulle gondole gardesane, bambini in maschera e tanta gente raccolta intorno alla tavola imbandita di piatti e vini tipici lacustri.A fare gli onori di casa, il professore di lettere, Fabio Gaggia, che ha ricordato la vocazione turistica del paese, con radici però nella tradizione della pesca, per viaggiare nel tempo fino al periodo in cui Garda era un antico palazzo imperiale germanico. «Paese che da anche il nome al più grande lago d’Italia e non viceversa come si potrebbe pensare», ha sottolineato il professore. Il presidente dell’associazione ristoratori «Antichi sapori di Garda», Luca Zaglio, ha poi illustrato alle telecamere i piatti tipici: luccio in salsa, sarde in saor, carpione ai ferri, bigoli con le sarde e risotto con la tinca. Piatti accompagnati da vino rosso Bardolino, Chiaretto del Garda e Soave.Per la squadra gardesana, Elenio Ragnolini, 35 anni, ex giocatore professionista di serie C, ha pronosticato il risultato di tre partite di calcio centrandone due (Genoa-Modena 1; Juventus-Crotone 1) e sbagliando il terzo (Treviso-Brescia x). Dieci i concorrenti di Garda entrati nello studio della Rai a Roma alle 11,45, che si sono sottoposti a svariati giochi e quiz. Ivano Monese, il primo gardesano doc che ha gareggiato contro il paese concorrente, ha pareggiato con finale di torta in faccia. Dopo la coppia Laura Della Valle ed Andrea Soffiati, finita anche questa volta con una doccia fredda sotto l’ombrello per Laura, sono entrati in scena nel gioco «bacio o schiaffo», Tatiana Loncrini e Marcello Salier, che si è aggiudicato due baci e due schiaffi, con grande ilarità del pubblico del suo paese che lo ha seguito dalla piazza.A mezzogiorno, collegamento per la scommessa con, davanti alla telecamera, il comandante dei vigili di Garda, Giorgio Mondo: il gioco consisteva nel riuscire a portare in piazza il maggior numero di navi in bottiglia e Garda ha raccolto in un’ora 88 velieri sotto vetro, contro i 68 di Costigliole Saluzzo. Sergio Liberali, vigile del comune, Ivano Monese ed Andrea Soffiati, hanno poi trionfato in studio nel gioco delle mani. Coppa quindi a Garda e all’ultimo tentativo di recupero, lo «strappa-coppa», Costigliole Saluzzo per un pelo ha perso la prova consegnando così la vittoria della prima puntata a Garda. Se Garda riuscirà a strappare il trofeo al paese piemontese anche oggi, si aggiudicherà la partecipazione alla trasmissione di sabato e domenica prossima e così via fino a quando non sarà sconfitta.Il paese che si sarà aggiudicato più vittorie, in primavera vincerà uno scuolabus. Intanto Garda ha già vissuto una prima giornata di eccitazione e di vetrina televisiva, in una trasmissione seguita da circa due milioni di telespettatori, con le troupe rai in piazza fin da venerdì pomeriggio per l’allestimento del set.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui