venerdì, Giugno 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiGrande parcheggio interrato: la Giunta preme l'acceleratore
Ok a Dellanna per contattare società private che vendono il pacchetto progetto-gestione

Grande parcheggio interrato: la Giunta preme l’acceleratore

Per fronteggiare l’emergenza parcheggi, che ogni giorno si fa sempre più pressante, l’amministrazione comunale ha deciso di spingere sull’acceleratore dell’iter che porterà alla realizzazione del futuristico parking interrato di viale delle Palme, dove una volta c’erano i campi da tennis. L’altro giorno la giunta arcense, riunita nell’abituale seduta settimanale, ha discusso, tra l’altro, anche della questione relativa al nuovo parcheggio. L’escutivo ha dato mandato a Sergio Dellanna di proseguire sulla strada indicata, qualche mese fa, dallo stesso assessore all’urbanistica e che prevede la realizzazione di una struttura innovativa, completamente automatizzata. In pratica basterà salire con la propria auto sull’apposita piazzola, premere un bottone e ritirare lo scontrino che servirà per il recupero della vettura. La macchina scomparirà sottoterra, inghiottita in un enorme silos (ve ne saranno quatto da cento posti ciascuno). «Di così non ne avevo mai visti prima – commenta l’assessore ai lavori pubblici Stefano Bresciani – fa quasi impressione veder “sprofondare” l’auto nella terra. Ad ogni modo anche questo aspetto andrà curato: dobbiamo preparare la gente anche dal punto di vista culturale affinché questa modernità venga accettata da tutti». Per costruire questo “mirabolante” parking verranno coinvolti i soggetti privati, predisponendo apposite società, a compartecipazione comunale, che gestiranno la struttura. «Sono già diverse le aziende che hanno chiesto informazioni e che sarebbero disposte a prendere parte alla cosa – spiega Dellanna – io credo che nel giro di qualche settimana avremo definito il tutto, anche perché dobbiamo e vogliamo concludere entro il prossimo ottobre. I vantaggi di un parking completamente automatizzati sono molteplici. Innanzitutto occupa poco spazio ed è più sicuro, dato che non si deve accompagnare la macchina di persona nel silos. Poi per quanto riguarda sopra (ossia viale delle Palme) non servirà alcuna struttura complementare, come le ingombranti corsie d’accesso o le le antiestetiche quanto enormi griglie d’areazione. Infine non servirà abbattere piante ne fare “distruzioni” dell’esistente». In Germania simili strutture sono ovunque, persino nelle strutture alberghiere. Per quest’opera il comune di Arco ha ottenuto un contributo provinciale di quasi 5 miliardi. Un’opera che inizialmente doveva essere fatta al Foro Boario e già alcuni anni fa. Poi la scelta di viale delle Palme, anche per non perdere il sostanzioso finanziamento.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video