venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAttualitàInizia l’attività del Centro studi sulla Repubblica sociale italiana
La sede a Palazzo Fantoni

Inizia l’attività del Centro studi sulla Repubblica sociale italiana

Con l’insediamento degli organi sociali previsti dallo Statuto, è iniziata l’attività dell’Associazione senza fini di lucro «Centro Studi e documentazione sul periodo storico della Repubblica Sociale Italiana». La sede è a Palazzo Fantoni, a Salò. Costituita il 6 maggio 2002, su iniziativa del Comune gardesano, della Provincia e della Regione, l’associazione vuole favorire la ricerca scientifica, l’approfondimento culturale e l’acquisizione di ogni documentazione esistente sulla Rsi (1943-1945) con particolare riferimento alla incidenza che la Repubblica sociale ebbe nei territori italiani occupati dalle armate tedesche. Lo spirito della nuova iniziativa è, quindi, di operare «una rigorosa analisi storica» per una migliore e più completa conoscenza del periodo più drammatico e lacerante vissuto dalla comunità nazionale e in modo specifico dalle Comunità del Nord Italia e dell’area gardesana. L’assessore regionale alle culture, identità e autonomie, Ettore Adalberto Albertoni, che dal 2001 ha seguito l’intera attività di impostazione e definizione scientifica e giuridica del Centro, ha dichiarato: «Si conclude oggi un gravoso impegno, assunto fin dal 1996 dall’allora assessore alla cultura, Marzio Tremaglia. La scelta di Palazzo Fantoni non è casuale: l’edificio ospita già il glorioso e benemerito Ateneo di Salò, la biblioteca civica e diverse associazioni culturali. La Regione Lombardia, in questo modo e con l’acquisto e la catalogazione degli importanti archivi di Duilio Susmel e di Rodolfo Graziani (quest’ultimo con annessa biblioteca) che sono già depositati al Centro, in meno di due anni ha dato un contributo essenziale e sollecito per la realizzazione di questo progetto». I rappresentanti degli enti pubblici fondatori – il sindaco di Salò Giampiero Cipani; il presidente della Provinvia Alberto Cavalli; l’assessore Albertoni, hanno insediato il Consiglio di Amministrazione costituito da Roberto Chiarini, desginato dalla Regione, da Roberto de Giuli e da Sandro Fontana, scelti rispettivamente dalla Provincia e dal Comune di Salò. A fare parte del Comitato Scientifico sono stati chiamati Cesare Mozzarelli (Regione), Luca Galantini (Provincia) e Giuseppe Parlato (Comune di Salò).Il collegio dei revisori dei conti è formato da Amleto Ragnoli (Regione), Gianpaolo Piatti (Provincia) e Germano Carlotti (Comune di Salò). L’assessore Albertoni ha concluso, auspicando che «che il valore del Cda e del Comitato scientifico garantiscano il rispetto più rigoroso dei valori della libertà nella ricerca e della pluralità nelle metodologie».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video