domenica, Giugno 23, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiLa galleria resta un’eccezione
La riapertura della «Gardesana»? Un miracolo che non cancella i problemi di sempre. Altri lavori a Nanzel e Forbisicle, niente attracco a Navene

La galleria resta un’eccezione

Il traffico sulla Gardesana occidentale ha ripreso a scorrere, tra Limone e Riva, già domenica sera, verso le 20.30. È stata, quindi, anticipata di qualche ora la possibilità di poter usufruire della nuova galleria, inaugurata domenica alle ore 19 dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Una galleria – quella realizzata in questi mesi in territorio trentino – della lunghezza di un chilometro che, come è stato più volte sottolineato, ha visto la luce a tempo di record. E sempre a tempo di record è stata resa percorribile, nonostante siano programmati corposi lavori di completamento e finitura per il prossimo inverno. Basti pensare che ai 22 miliardi spesi per la realizzazione del tunnel e per la messa in sicurezza, con installazione di illuminazione e aerazione provvisoria, se ne aggiungeranno oltre il doppio (circa 45 miliardi) per le opere di finitura. Trascorso, quindi, un pomeriggio domenicale davvero speciale – valorizzato dalla presenza del Capo dello Stato – sull’alto lago iniziano a risentire positivamente del ripristinato collegamento con il Trentino, che consentirà un transito regolare, che residenti, turisti ed operatori economici attendevano dallo scorso 22 dicembre, data in cui la frana della Rocchetta aveva affondato nel lago un tratto della statale 45 bis. Durante la giornata di ieri, gli uomini dell’Anas hanno lavorato per rimuovere i cartelli che da mesi segnalavano il blocco stradale a nord di Limone e il respiro di sollievo è stato generale. Fino a domenica, infatti, il collegamento con il Trentino era possibile solamente attraverso il giro del lago o risalendo la Valsabbia e la val di Ledro. Oppure con un traghetto che, ogni mezz’ora, trasbordava i veicoli a Riva. Impossibile, invece, il collegamento con Navene, la frazione di Malcesine che fronteggia Limone. E proprio a Limone, qualche mugugno si è avvertito nei giorni scors: il traghetto non può attraccare sulla sponda veronese perché, nonostante fosse prevista l’ultimazione dell’attracco per lo scorso 30 giugno, i lavori non sono ancora iniziati. Per raggiungere Navene da Limone basterebbero poco più di una decina di minuti di navigazione. E invece niente. La galleria dei record rimane dunque un’eccezione tutta trentina. E lo confermano le notizie meno buone che arrivano dal settore della Gardesana a sud di Limone, nel tratto verso Gargnano. A Nanzel i lavori (successivi alla frana del 18 novembre 2000) dovrebbero terminare questa settimana, salvo inconvenienti. Qui è stata ricostruita una trentina di metri di strada e si stanno ultimando in questi giorni i parapetti in pietra. Le vetture possono transitare grazie ad un semaforo che regola il senso unico alternato. Per sabato dovrebbe essere tutto terminato e il traffico dovrebbe tornare alla normalità. Ancora qualche incertezza, invece, attorno a Forbisicle, immediatamente a sud della galleria che corre alle spalle di Campione. Qui si sono protratti i lavori di posa di reti e paramassi che, il mese scorso, hanno attirato l’attenzione e sollevato la protesta dei sindaci altogardesani e del presidente della Comunità montana, Bruno Faustini. Ma a Forbisicle servono ancora alcuni giorni per le opere di finitura. I sindaci, riuniti qualche giorno fa a Limone, avevano ottenuto che queste opere fossero affrontate dopo l’apertura della galleria di Riva, in modo da non isolare alcuni chilometri di Riviera. Adesso l’intervento è possibile e, inizialmente programmato per questa settimana, potrebbe slittare alla prossima, non appena l’Anas avrà emesso l’ordinanza per la sospensione temporanea del traffico. Questa volta non si tratterà di un blocco pesante come in passato: gli operai lavoreranno in parete e interromperanno gli interventi per lasciar passare le vetture ogni 30 minuti ma, dovessero procedere velocemente le operazioni in parete o dovesse allungarsi troppo la coda, si consentirà alle auto di transitare anche con frequenza superiore.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video