lunedì, Luglio 22, 2024
HomeAttualitàLa Spagna di Dalì si gemella con il lago
Domani la ratifica del patto

La Spagna di Dalì si gemella con il lago

Il consiglio comunale di Torri fa il primo passo per gemellarsi con Cadaquès, il paese spagnolo dove visse il pittore Salvador Dalì. Dopo la ratifica di un patto di gemellaggio con la firma del sindaco Giorgio Passionelli e di quello di Cadaquès, Joan Borrell, domani il consiglio comunale si esprimerà per portare il paese dell’alto Garda al matrimonio con la cittadina sulla Costa Brava.Alcune settimane fa Joan Borrell e altri quattro, tra assessori e consiglieri comunali, erano stati ospiti dell’amministrazione per la loro prima visita ufficiale. Ad aprile 2005 era toccato a Passionelli, con una delegazione, andare in Spagna. Da notare che Cadaquès aveva rifiutato varie occasioni di legarsi con altri paesi di diverse nazioni per mancanza dei requisiti di somiglianza. «La firma del patto di gemellaggio», aveva spiegato Passionelli, «è il primo passo che porterà, in primavera, alla conclusione del gemellaggio con Cadaquès, che va ratificato dai rispettivi consigli comunali». Torri lo farà domani sera. Al centro dell’accordo «ogni possibile scambio culturale, sociale, enogastronomico, sportivo», che serva a «favorire amicizia, pace e reciproca conoscenza tra i popoli». «Cadaquès», aveva commentato il sindaco spagnolo, «è una cittadina sul mare, con una strada d’accesso non molto agevole. Questo fatto ci salva dal turismo di massa. Turismo che, assieme alla olivicoltura, alla produzione di vini d alla pesca, costituisce il volano della nostra economia».Ma Cadaquès è famosissima nel mondo, oltre che per il mare, soprattutto per un aspetto culturale rilevante. In un suo sobborgo si trova la casa dove ha vissuto e lavorato per molti anni il pittore surrealista Salvador Dalì. A Cadaquès ci sono due musei, uno interamente dedicato all’ artista morto nel 1989, sede di una mostra estiva che ogni anno viene allestita con i suoi quadri più noti.Nella cittadina spagnola hanno soggiornato o lavorato per lunghi periodi anche altri poeti e scrittori di fama mondiale: da Picasso a Garcia Lorca, a Josep Plà. E pure di loro si trovano tracce ancora oggi. Un dettaglio assai curioso riguarda infine l’amministrazione comunale: oltre al sindaco sono infatti solo altri cinque i membri della maggioranza. La minoranza è costituita da due schieramenti, cui appartengono rispettivamente tre e due consiglieri. Appena un voto è quello che consente al sindaco di governare. Chissà che tranelli, sgambetti e trappole politiche ci sarebbero in Italia con numeri così risicati. L’appuntamento di domani sarà dunque il momento storico più importante per Torri, che delibererà l’accordo con i neogemelli spagnoli.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video