giovedì, Maggio 23, 2024
HomeAttualità“L’anima verde della Lombardia”
Itinerari naturalistici (in bicicletta e a piedi) – gastronomia – cultura

“L’anima verde della Lombardia”

“Quali colori vi sovvengono pensando alla Lombardia? State forse pensando all’azzurro intenso dei meravigliosi laghi dell’Italia settentrionale? Oppure alle grigie tinte del mondo della finanza? O avete in mente un’intera gamma di colori, ad esempio quelli di Milano, capitale della moda e della cultura italiana? Noi desideriamo presentarvi un colore della Lombardia che forse non vi aspettate: il verde.”Sollecitati da questa inusuale domanda, 8 giornalisti tedeschi hanno partecipato dal 10 al 13 settembre 2010 ad un viaggio stampa dedicato all’anima verde della Lombardia. Un educational tour regionale in un territorio fatto di natura, campi coltivati parchi e zone protette ben rappresentato dal simbolo della Regione: la rosa camuna su uno sfondo verde.I giornalisti, ai quali era stata chiesta una certa preparazione fisica, sono stati felici di essere accompagnati in escursioni a piedi o in bicicletta a scoprire l’ambiente, la gastronomia e, ovviamente, gli aspetti storici e culturali della nostra regione.L’Assessorato al Turismo della Provincia di Brescia ha organizzato la presenza dei graditissimi ospiti nel bresciano partendo dalla prima tappa dell’itinerario: la Franciacorta. Una bella giornata di sole ha accolto la visita al Monastero di San Pietro in Lamosa e, un’escursione in bicicletta nella Riserva Regionale delle Torbiere del Sebino ha, poi, condotto i giornalisti direttamente in cantina, dove hanno degustato le effervescenti bollicine del Franciacorta. La prima giornata si è conclusa sul Lago d’Iseo con l’assaggio della cucina clusanese.Soncino, il Parco dell’Oglio e Crema sono state le mete raggiunte, pedalando, nella giornata di sabato 11 settembre per poi fare ritorno, domenica 12, in terra bresciana, a Lonato. La Rocca e la Fondazione Ugo da Como hanno molto impressionato i giornalisti che, dopo una passeggiata, non hanno mancato la degustazione del Lugana. Un’escursione a Solferino e sulle colline moreniche del Garda ha quindi portato, a piedi, la comitiva a Volta Mantovana. Dopo una bella serata a Mantova, l’educational tour si è concluso con la navigazione nel Parco del Mincio verso il santuario della Beata Vergine Maria delle Grazie. “E’ stata un’ottima opportunità di collaborazione tra pubblico e privato che ha fatto scoprire una Lombardia poco rappresentata su media europei e che, al contrario, ha molto da offrire ” ha detto il Presidente Molgora auspicando il proseguimento di simili iniziative. I giornalisti hanno manifestato il loro entusiasmo per le sorprendenti scoperte che ora attendono un riscontro promozionale.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video