venerdì, Marzo 1, 2024
HomeAttualitàLe elementari hanno vinto il concorso «L’acqua, l’aria, la vita»
Iniziativa del Centro latinitatis di Sommacampagna e dell’Aiv di Villafranca. San Benedetto, premiati i bimbi

Le elementari hanno vinto il concorso «L’acqua, l’aria, la vita»

La scuola elementare di San Benedetto si è aggiudicata i 500 euro del primo premio (sezione elementari) messo in palio dal concorso «L'acqua, l'aria, la vita» istituito dal Cel, Centro latinitatis europae di Sommacampagna e dall'Aiv, associazione imprenditori di Villafranca, in collaborazione con l'Ugav, l'aeroporto e con il patrocinio di Regione, Provincia e di molti dei comuni veronesi. Il tema del concorso, alla sua terza edizione, è stato scelto dagli organizzatori rispondendo all'invito espresso dall'assemblea generale delle Nazioni Unite, che ha indicato il 2003 Anno internazionale dell'acqua dolce; l'obiettivo è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza delle risorse idriche per la vita del pianeta. Quest'anno la scuola di San Benedetto, che anche nelle due precedenti edizioni si era classificata al primo posto con alcune classi, ha partecipato all'iniziativa come plesso: tutte le sei classi hanno preparato lavori sul tema dell'acqua dolce, elaborando l'argomento utilizzando materie diverse. La prima classe ha inventato e realizzato una storia, Il cigno presuntuoso; le due seconde classi hanno preparato una leggenda, La leggenda del lago, una serie di filastrocche e uno studio sull'acqua all'interno della religione. La terza ha preparato due elaborati: l'acqua e la storia, descrivendo la sua utilità come fonte primaria e motivo di scelta di insediamenti umani, e il ciclo dell'acqua nelle scienze; la classe quarta ha visto il rapporto tra l'acqua e le prime civiltà sino all'epoca dei Romani e ha realizzato un lavoro sul fiume Mincio. Il problema acqua in scienze è stato ripreso anche dalla classe quinta,che ha affrontato le possibili soluzioni per contrastare la carenza di questo bene primario, oltre ad aver elaborato trasformazioni artistiche delle fontane, elementi non solo architettonici e artistici degli insediamenti urbani. «Ogni classe ha fatto un suo percorso e un suo lavoro», spiegano le insegnanti, «che poi è stato realizzato dal punto di vista informatico grazie al laboratorio di cui è dotato l'istituto; anche l'approccio al sistema multimediale è stato graduale: i più piccoli hanno iniziato con la video scrittura, fino alle classi quarte e quinte che hanno lavorato con applicazioni di programmi più complessi. La presentazione di un prodotto multimediale è certamente stata vincente».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video