mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiL'Eremo contro il polo scolastico
Ricorre al Tar per salvare un'area destinata ai suoi parcheggi

L’Eremo contro il polo scolastico

Tra le cose arcensi più conosciute fuori dei confini della provincia va senz’altro annoverata la casa di cura Eremo. Specializzata nella riabilitazione cardiorespiratoria e motoria, ogni anno accoglie nelle sue stanze centinaia di pazienti provenienti da tutta Italia. Fatto noto a tutti, questo. Ciò che invece i più non sanno è che i responsabili dell’Eremo sono alle prese da anni con il problema dei parcheggi per i visitatori e che il Comune, fino ad ora, non ha fatto nulla per aiutarlo, anzi. Tant’è che ci sono in ballo un processo per abuso edilizio promosso dal Comune ed un ricorso al Tar della casa di cura contro la destinazione d’uso di un suo terreno a Chiarano. Quello interessato dal polo scolastico di Romarzollo.L’area, incolta, confina ad ovest con via Carducci e a nord con il parcheggio del ristorante «da Gianni». «Fu acquistata nel 1987 – spiega Sergio Fontana, direttore generale dell’Eremo – da mio zio Giancarlo Crosina proprio per realizzare un parcheggio: le auto dei visitatori allora erano disseminate dappertutto. Ne serviva uno grande anche in vista del garnì per i familiari dei degenti, che mio zio aveva previsto nel terreno di fronte all’ingresso della clinica. Idea che si arenò in favore di un ampliamento della casa di cura, che però a sua volta non andò molto lontano per via della destinazione a parcheggio pubblico dell’area stabilita nel Puc. Ma questa è un’altra lunga storia…Intanto la parte verso la strada, come tutti possono vedere, funge da parcheggio. Tornando al campo di via Carducci, l’anno scorso il Comune ci ha comunicato che dovrà procedere ad esproprio in funzione del nuovo polo scolastico di Vigne. Poco prima l’Eremo veniva assolto in primo grado nel processo per abuso edilizio intentato dal comune per l’utilizzo a parcheggio del terreno di via Capitelli. Ma contro quella sentenza è stato presentato appello, quindi si ricomincia. Dunque da una parte non possiamo fare niente perché è in corso un procedimento giudiziario, dall’altra i nostri piani interferiscono con il progetto della scuola. La settimana scorsa, su consiglio del nostro avvocato, abbiamo impedito ai tecnici comunali di fare dei rilievi: in ballo c’è pur sempre un ricorso, come ho spiegato all’assessore Dellanna. Il quale si è impegnato a nome della giunta di trovare e garantire soluzioni all’Eremo. Vedremo».

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video