venerdì, Giugno 21, 2024
HomeCulturaReligioneMadonna di Fatima attesa a Desenzano
La Vergine itinerante sul lago fino al Primo maggio. L’iniziativa promossa dall’associazione «Luci dell’Est»

Madonna di Fatima attesa a Desenzano

Tutta Desenzano del Garda è in trepidante attesa della venuta della Madonna di Fatima. La comunità cristiana è mobilitata per allestire al meglio il grande incontro. La Beata Vergine di Fatima, già pellegrina nei Paesi dell’Est, si fermerà a Desenzano del Garda, da domani al primo maggio. Saranno tre giorni di preghiera, meditazione e di raccoglimento, dice don Giovanni Pasetto, parroco del Duomo, che ringrazia l’organizzazione «Luci sull’Est» per aver concesso alla cittadina gardesana, la cui patrona è Sant’Angela Merici, questa opportunità. La «Madonnina» itinerante, così viene chiamata la Beata Vergine di Fatima, con il suo peregrinare di città in città, dal 1959, ha visitato le principali città d’Italia, unendo attorno a sé in preghiera una moltitudine di fedeli. Il programma di domani. All’ospedale di Desenzano dalle 8 alle 16.30: messa, preghiera di affidamento alla Madonna per tutti gli ammalati e rosario meditato; al Mericianum dalle 17.30 alle 23: 17.30 rosario, 18 messa, 21 veglia con i giovani; invece sabato alla chiesa di S. Maria, dalle 8 alle 12.30: messa, rosario meditato, preghiera per la pace, adorazione e Angelus; alla «Villa De Asmundis» dalle 16 alle 20.30: preghiera di affidamento alla Madonna per tutti gli anziani e gli infermi, rosario meditato e preghiera personale. Da qui la Madonnina in barca, verrà fatta sbarcare al porto di Desenzano per le 21 corteo e fiaccolata fino in duomo e veglia notturna. Denso anche il programma del Primo maggio in Duomo. L’associazione «Luci sull’Est» sostiene il progetto editoriale «Veritas splendor» nell’ambito del quale è stati pubblicati nell’Europa dell’Est impopratnti trattati sulla Madonna di Fatima. L’associazione non ricava nessun lucro da questa attività editoriale, giacché mira soltanto a favorire la rinascita religiosa tra queste popolazioni. Altra iniziativa che l’associazione sostiene è la distribuzione di 360 mila cofanetti contenenti un rosario in legno. «Riscopriamo il potere del rosario», questo il nome di quest’ultima iniziativa di «Luci sull’Est», deve il successo alla generosità dei donatori e alla dedizione di suoi volontari che hanno portato avanti la campagna in tutta Italia. Nè va dimenticato l’artistico calendario sui santuari mariani di Roma, davvero molto richiesto. Il ricavato di queste operazioni va a sostegno di persone poco fortunate, alle quali si provvede costruento loro case, chiese, cattedrali, ospedali, ambulatori, ostelli per la gioventù e tante altre realizzazioni. Ma nulla di tutto questo sarebbe possibile – afferma don Pasetto – senza la solidarietà e l’amore per il prossimo che sono il motore di ognuno di questi progetti.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video