sabato, Febbraio 24, 2024
HomeAttualitàMissione d’emergenza per i canneti
Vigili del fuoco e polizia locale all’opera dopo uno scarico criminale in un «ganfo». Una grande chiazza di gasolio è stata «asciugata» appena in tempo

Missione d’emergenza per i canneti

É stato solo il caso, ieri a Sirmione, a permettere di fermare in tempo quello che avrebbe potuto essere l'ennesimo colpo ecologico per il Garda. Sono stati infatti due sirmionesi che stavano passeggiarndo in mattinata a Lugana ad accorgendosi che il ganfo «Riel» era colmo di gasolio, pronto per finire nelle vicine acque del Benaco.Uno sversamento che avrebbe causato un disastro sul litorale di Lugana, costellato da alcuni canneti che, oltre a fare da «nursery» per molte specie di pesci, ospitano anche una preziosa popolazione di uccelli acquatici.Dopo la segnalazione, arrivata attorno alle 10.40, sul posto è subito arrivata una pattuglia della , e gli agenti, intuita la gravità del problema, hanno a quel punto allertato i vigili del fuoco, il cui distaccamento si trova nella vicina Rivoltella.È stata una lotta contro il tempo, perchè in questi casi un intervento tempestivo può scongiurare enormi danni. Così i militi e gli agenti della polizia locale, coordinati dal comandante Roberto Toninelli, hanno disteso speciali manicotti assorbenti lungo l'enorme chiazza di gasolio che stava defluendo verso la battigia all'altezza dell'hotel Arena.Bloccato in superficie, il combustibile è stato poi drenato a partire dalla zona di via Ortigara, perchè il ruscello Riel in quel tratto scorre sottoterra per poi ritornare visibile in prossimità del lago. E un analogo intervento è stato eseguito anche in prossimità del ponte che si trova sulla statale.Ancora pochi minuti e l'olio combustibile sarebbe sfuggito completamente al controllo. In tarda mattinata sono arrivati anche tecnici dell'Arpa, i quali hanno poi fatto un sopralluogo definitivo nelle prime ore del pomeriggio per poter confermare che non c'è stata alcuna dispersione di combustibile nel lago.Adesso è aperta la caccia al responsabile del probabile svuotamento di una cisterna (la quantità di combustibile era, ripetiamo, notevole): il gasolio potrebbe essere stato scaricato da un camionista parcheggiato in una piazzola dell'autostrada «A4»; oppure potrebbe essere «sceso» da un'abitazione privata o da un'azienda.Non è la prima volta, purtroppo, che il ganfo Riel, che nasce tra San Martino della Battaglia e Pozzolengo, diventa un ricettacolo di rifiuti o di idrocarburi. Proprio per questo, la polizia locale di Sirmione lancia un appello a quanti abbiano notizie o addirittura visto chi ha provocato l'inquinamento. Invitando ovviamente a offrire segnalazioni al riguardo.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video