sabato, Giugno 22, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiMontichiari vola negli Usa
Dal 7 maggio riattivato il collegamento per Roma, in coincidenza con New York. Novità: linee anche per Napoli e la Sardegna

Montichiari vola negli Usa

Non più solo Londra. Dal 7 maggio chi vorrà andare a New York potrà prendere l’aereo al «D’Annunzio» di Montichiari. Farà scalo a Roma e, con una comoda coincidenza, biglietto alla mano, potrà salire su un volo per gli Stati Uniti. Gli sforzi della «Catullo» spa (che gestisce lo scalo monteclarense) per trovare una soluzione alla mancanza dei voli su Roma (stop durato circa un mese), dopo il ritiro di Air Dolomiti, ha quindi trovato uno sbocco inaspettato, e certo soddisfacente, per tutti i bresciani. Dal 7 maggio riprenderanno infatti anche i voli, già peraltro annunciati, con Roma Fiumicino, garantito dalla compagnia aerea veneziana Alpi Eagles, ma si aprirà anche una linea diretta con Napoli, che faciliterà il transito verso la Sicilia, e due collegamenti nel fine settimana con Olbia, in Sardegna. Se poi aggiungiamo che con la «Bottega dei Viaggi» e con la compagnia Nouvelair, è già possibile atterrare dopo 90 minuti di volo a Monastir, in Tunisia, con un volo charter del mercoledì, allora possiamo davvero affermare che Montichiari possiede un aeroporto internazionale, collegato con Europa, Africa, Stati Uniti e le isole del Mediterraneo. Mancano all’appello solo altre mète europee (ad esempio Parigi, Minsk, Barcellona) ma non è escluso che altre buone novità giungano dalla conferenza stampa già indetta per venerdì 4 maggio, all’aeroporto di Montichiari, alla presenza delle massime autorità provinciali e regionali che già hanno avuto un ruolo, talvolta determinante, nella storia del «D’Annunzio»: la «Catullo» spa, la Provincia e la Camera di Commercio di Brescia, il Comune di Montichiari. Una storia recente, quella del «D’Annunzio», iniziata nel marzo di due anni fa: lo scalo militare, dopo 50 anni, venne aperto ai voli civili dovendo supplire alla chiusura per lavori del «Catullo» di Verona-Villafranca. Cento giorni di gloria per la pista bresciana, costata 40 miliardi, poi il lungo tunnel della transizione, che ora sembra finalmente arrivato alla fine. Non nasconde la propria soddisfazione Guido Galperti, consigliere regionale e delegato bresciano (da parte di Provincia e Camera di Commercio) nel consiglio di amministrazione della Catullo spa, che dopo i giorni sconfortanti dello stop su Roma vede premiato «quell’atteggiamento di pazienza e di fiducia nelle possibilità e nella vocazione pratica del territorio, oltre che nella capacità manageriale del Catullo, poiché un aeroporto non si inventa dall’oggi al domani». Si complimenta con i responsabili della Catullo anche il sindaco di Montichiari, Gianantonio Rosa, «per l’impegno e la capacità di concretezza che rilanciano una struttura per la quale non ho mai nutrito dubbi che sia destinata a svilupparsi sempre meglio». Che poi la Provincia di Brescia sia disposta ancora a continuare sulla strada di una «positiva collaborazione sociale con Verona» lo ha dimostrato il meeting a Garda del 25 aprile, alla presenza dei tre vescovi e dei tre presidenti provinciali (Brescia, Verona e Trento), tutti soci della Catullo, tutti interessati a sviluppare (oltre ai progetti di solidarietà e carità cristiana) anche i progetti sociali (come ha ribadito il discorso dei tre presidenti), da cui non può essere escluso il progetto «Aeroporti del Garda», decollato nel marzo ’99 anche con la loro firma. L’assessore provinciale ai Trasporti, Vigilio Bettinsoli, che era presente a Garda, è anche lui convinto che «i frutti della collaborazione arrivano con la pazienza e la determinazione» e aggiunge che «continuano anche le consultazioni per realizzare al meglio la nuova società di gestione del D’Annunzio e la nuova compagnia aerea con capitali bresciani». Novità sono attese entro metà maggio; si attende il dopo-elezioni. Nel frattempo il personale del «D’Annunzio» si gode l’attesa del rilancio e si prepara al 7 maggio, ore 10.05, quando il primo jet Fokker 100 da 94 posti della Alpi Eagles decollerà da Montichiari diretto nella capitale. L’altra novità alle ore 17.55: il volo per Napoli.

Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video