venerdì, Luglio 19, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiNel Sarca solo trote doc
L'associazione pescatori garantisce la qualità

Nel Sarca solo trote doc

Gran pienone domenica scorsa lungo le sponde del Sarca, tra la foce e la piana delle Sarche ed i due Remon, che si riversano nel lago di Cavedine. Erano oltre un migliaio i pescatori, con un’elevata affluenza dalle regioni padane, accorsi per la tradizionale apertura nel Trentino della pesca nelle «acque correnti», cioè fiumi e torrenti. La levataccia di molti per conquistare all’alba i posti «strategici» è stata premiata da abbondanti catture, diverse di grosse dimensioni. A riempire quasi tutti i cestelli ha contribuito il metro cubo di acqua in più rilasciato dall’Enel rispetto agli anni scorsi. Per l’occasione l’associazione pescatori Basso Sarca ha immesso 15 quintali di trote fario adulte, pronte per l’amo, ed altrettanto «novellame». Tra tanto «ben di Dio», com’era ovvio, vi sono stati i pescatori iellati. Si rifaranno nelle prossime domeniche quando riprenderà l’«assalto» al Sarca ed ai due Remon, anche se il popolo delle lenze potrà godere dell’apertura di altri corsi d’acqua. Se continuerà la sfortuna, vi sarà la consolazione della «pesca sportiva» del laghetto del Bagatol, a nord di Dro. Qui, a pagamento (i tesserati dell’associazione hanno perfino lo sconto), è un gioco far abboccare le trote «addomesticate», tanto che in estate è meta preferita dai ragazzini. «Con la storia della “mucca pazza” e di altre diavolerie, il Sarca e le altre acque del Basso Sarca e della Piana di Toblino sono ancora più apprezzati, anche grazie all’assoluta garanzia di salubrità del pesce immesso – commenta il presidente dell’associazione pescatori della Busa, Stefano Trenti -. Proviene infatti dalle nostre pescicolture di Pranzo di Tenno e Pec di Ragoli. Sono gestite dai soci volontari ed i riproduttori, come i cicli di crescita degli avvannotti, sono controllati dall’istituto agrario di S.Michele». Nella Busa la pesca è una passionaccia che conquista sempre più la gente. Il sodalizio del presidente Trenti vantava nel 2000 ben 779 soci con un aumento di 100 tesserati rispetto all’anno precedente. Il vicepresidente dell’associazione è Mario Matteotti, il segretaio Ivan Maino ed il cassiere Aldo Castagnoli.

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video