venerdì, Giugno 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiNuovo svincolo tra la Gardesana e la provinciale
Risale al gennaio del 1952, e cioè a pochi mesi dalla formazione della prima amministrazione provinciale elettiva dopo la Liberazione, l'esame concreto della realizzazione della Verona-Lago.

Nuovo svincolo tra la Gardesana e la provinciale

Risale al gennaio del 1952, e cioè a pochi mesi dalla formazione della prima amministrazione provinciale elettiva dopo la Liberazione, l’esame concreto della realizzazione della Verona-Lago.Già però nel gennaio 1940, segreta-ri di fascio, podestà e altri gerarchi si erano incontrati a Bardolino per trattare “alcuni problemi inerenti l’incremento turistico e la valorizzazione del lago e in modo principale – riferiva allora la pubblicazione “Verona e il Carda” – la costruzione della strada Verona-Lago, “alla quale restavano subordinate”, tutte le altre iniziative”.Il Consorzio per la costruzione della strada veniva però costituito nel 1954 ed era formato dalla Provincia e dal Comune di Verona e dai comuni di Bussolengo, Pastrengo, Lazise e Bardolino. L’anno successivo però Bardolino si ritirava dal progetto dopo che il Consiglio comunale aveva negato l’approvazione al finanziamento della quota di spettanza: negativa confermata dal “referendum” popolare chiamato ad esprimersi in merito al voto del Consiglio.I lavori venivano consegnati alle imprese nell’agosto del 1955: alla ditta Marzola di Verona per il tronco Croce Bianca-Bussolengo e Bussolen-go-Osteria Nuova, alla ditta Giovanni Tonolli di Goito per il terzo tronco Osteria Nuova-Lazise. Soltanto nel 1957 veniva però approvata la circonvallazione di Bussolengo che doveva collegare il primo e secondo tronco. Per l’intera arteria, lunga 19,024 chilometri, si spesero poco più di 440 milioni.Uno svincolo stradale rotatorio di disimpegno verrà realizzato ali incrocio fra la statale della Gardesana Orientale, la strada provinciale Vero-na-Lago e la via Marra. Un incrocio pericoloso, da anni al centro di polemiche e di rimostranze in particolare da parte degli automobilisti per via delle code nei giorni festivi e soprattutto nel periodo estivo con l’intensificarsi del movimento veicolare dei turisti. Un punto nevralgico che nemmeno il complesso impianto semaforico installato negli anni Settanta era riuscito a regolare tanto che venne poi eliminato considerato che invece di snellire e facilitare non faceva altro che complicare lo scorrimento del traffico. Problema che dovrebbe essere risolto ora con la realizzazione della rotatoria leggermente spostata più a sud rispetto all’incrocio attuale e realizzabile dopo la concessione gratuita al Comune di un’area da parte del Gruppo italiano vini di Calmasino.Il progetto, approvato nel settembre scorso dalla Commissione tecnica comunale e successivamente dalla Soprintendenza ai beni ambientali di Verona e dall’Amministrazione provinciale, è ora all’attenzione del-l’Anas, Dipartimento di Venezia, che intende finanziare i lavori per una quota fino a 300 milioni. L’ultimo ostacolo per chiudere l’iter burocratico e dare certezza alla realizzazione dell’opera era la disponibilità dell’area necessaria facente parte dello stabilimento enologico Lamberti. Nell’ultima seduta il consiglio comunale, oltre ad aver accettato la cessione gratuita, ha approvato lo schema di contratto e ha dato incarico al responsabile dell’ufficio Lavori pubblici a stipulare con rogito del segretario comunale o di un notaio, l’atto di trasferimento definitivo al Comune delle areeper fini di pubblica utilità. “Attendiamo ora le decisioni dell’Anas”, fa presente l’assessore comunale con delega ai lavori pubblici Fabio Marinoni, “per l’avvio dei lavori, puntando a realizzarli possibilmente prima dell’inizio della stagione turistica estiva”. In progetto il prolungamento dei marciapiedi, la realizzazione di un arredo urbano in sintonia con le tipologie architettoniche del luogo e in particolare un più idoneo e sicuro accesso e uscita alla zona dei parcheggi di località Marra a valle della strada Gardesana

Nessun Tag Trovato
Articolo precedente
Articolo successivo
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video