Home Attualità Risorse sul territorio occasioni di sviluppo

Risorse sul territorio occasioni di sviluppo

A Salò, nella sede di via Rive, edificio dell’ex macello, si è svolta l’assemblea dei soci del Gal Garda & Valle Sabbia. Il Gruppo di azione locale, presieduto da Armando Fontana (Fonte Tavina), riunisce enti pubblici e aziende private. Hanno partecipato i rappresentanti di: Provincia di Brescia, Comunità montana (Alto lago, Valle Sabbia), Comuni (Tignale, Tremosine), Banca cooperativa Valsabbina, Banca di credito cooperativo Bedizzole-Turano-Valvestino, Consorzio Riviera dei Limoni e Consorzio Forestale della Valvestino, Valgas spa, Alpe del Garda. Nell’assemblea sono state illustrate le iniziative in corso per valorizzare le risorse naturali, culturali e umane del territorio: i contributi a favore dell’avvio di attività di Bed & Breakfast e la formazione degli operatori; lo studio, l’ideazione e la realizzazione di un viaggio-itinerario tra i due laghi; eventi di animazione («Di bosco in borgo», «Borsa delle idee», «S.Lucia al Parco»); completamento del centro turistico San Rocco; realizzazione di un ostello pubblico in Valvestino. Questi i progetti per rilanciare il patrimonio storico e culturale locale, considerati risorse fondamentali dello sviluppo del territorio e della consapevolezza della popolazione della propria identità rurale: avviamento del recupero della Limonaia del Prà de la Fam al porto di Tignale e del forno fusorio di Livemmo; sostegno all’informatizzazione del sistema museale valsabbino; contributo alla realizzazione del sito della Civica raccolta del disegno di Salò e all’adeguamento dell’Osservatorio meteo sismologico Pio Bettoni; finanziamento per l’acquisto di strumenti informatici al museo della Carta di Toscolano Maderno; interventi di recupero ambientale in Rocca d’Anfo; avvio di una campagna educativa sul ricordo del passato. Per offrire un ambiente migliore alla popolazione che vi risiede e ai turisti, in un’ottica di eco-compatibilità, sono state individuate le seguenti attività: progetti sperimentali volti all’utilizzo di energia solare e dei sottoprodotti della filiera bosco-legno; realizzazione del laboratorio permanente sullo sviluppo sostenibile in Valvestino e a Valledrane; certificazione ambientale del Parco Alto Garda; contributi per il riutilizzo degli scarti di lavorazione del settore agroalimentare; campagna educativa sul riciclaggio. Il Gruppo ha stipulato accordi di collaborazione con altri territori rurali, permettendo di favorire lo scambio di esperienze e di conoscenze con partner nazionali e stranieri. I progetti riguardano l’utilizzo del legno, con un Gal scozzese; la flora (con uno abruzzese); le vie d’acqua del Nord Italia (sono stati coinvolti altri cinque Gal italiani). Il presidente Fontana ha annunciato che sul territorio verrà portata una cifra complessiva di 607.500 euro. Si è pure ricordato lo studio di fattibilità dell’ippovia, redatto con il contributo di Palazzo Broletto: un itinerario da percorrere a cavallo che unisce il Garda all’Adamello, passando per il lago d’Idro ed incontrando borghi, boschi, fienili, forti, malghe, ville e prodotti locali. Il percorso, sviluppato da operatori del settore, coinvolgerà nella fase esecutiva tre Comunità montane e due Parchi regionali. Obiettivi strategici del prossimo futuro: realizzare, nel corso del 2005, previsioni di spesa per un milione e 354 mila euro; coinvolgere i soci pubblici e privati in nuove iniziative; progettare il piano di sviluppo 2007-2013; collaborare all’integrazione tra la scuola e il mondo del lavoro; avviare un percorso conoscitivo sull’opportunità di attivare uno sportello dell’Unione Europea.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version