venerdì, Giugno 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiS.Francesco avrà un’oasi
Progetto comunale per il canneto fra l’ex villa Bober e il camping. Nell’area protetta a piedi, in canoa o in pedalò

S.Francesco avrà un’oasi

Quando si percorre la vecchia statale 11 «Padana Superiore» tra Rivoltella e Sirmione, appena superata l’ex Villa Bober, esiste una vasta area verde incolta e piena di sterpaglie che si affaccia direttamente sul lago. Poco dopo si apre la conca di San Francesco che dà anche il nome all’omonimno campeggio. Si tratta di quasi 7 mila metri quadri sui quali ha messo gli occhi l’Amministrazione comunale di Desenzano (tra l’altro, si tratta di una sua proprietà) per farci un’oasi verde. «Un’oasi nella quale però – precisa subito l’assessore ai Lavori pubblici Rudy Bertoni – non intendiamo costruire una struttura balneare nè tanto meno una zona pic nic. La zona vogliamo riservarla al passeggio, alla sosta dei turisti e degli abitanti con percorsi pedonali e con la possibilità di ammirare anche dal lago l’interessante flora e fauna di cui è ricca questa area. «Come? Daremo la concessione a un noleggiatore di pedalò e canoe – sottolinea Bertoni – che dal porto della Zattera potrà darli in affitto e di qui i turisti potranno arrivare a lambire i meravigliosi canneti dell’oasi di S. Francesco». Il Comune ha, inoltre, intenzione di realizzare un marciapiede che collegherà la zona dell’«Aquila d’Oro» fino a quella di S. Francesco. Sarebbe interessante, però, che il marciapiede possa collegarsi con quello ancora da costruire verso Colombare. Oggi si possono vedere ancora decine di turisti camminare pericolosamente sul ciglio della statale per recarsi dal residence o dal campeggio a fare la spesa al vicino supermercato. Finora la tragedia è stata solo sfiorata: si tratta di 200 metri, forse meno, di marciapiede. Il progetto di Desenzano, assicura ancora Bertoni, verrà inserito nel Piano delle opere pubbliche che verrà presentato a fine anno. Ma tutto il litorale della cittadina verrà rivisitato dall’Amministrazione comunale. Per esempio, verrà sistemata l’area davanti alle cantine Visconti: sorgerà un mini-parcheggio per camper e una spiaggetta con funzione di solarium. Un altro intervento, stavolta nel centro abitato, riguarda nientemeno che il Castello. Nella zona delle fosse esiste oggi un posteggio un po’ disordinato, molto utilizzato dai desenzanesi. Questo parcheggio, preannuncia Bertoni, dovrebbe sparire e venire sostituito da un percoso pedonale collegato a via Sant’Angela. Verrebbe, inoltre, riaperto (finalmente) il piccolo giardino ottenuto dal Comune a suo tempo in cambio di una lottizzazione. Il giardino è rimasto, però, sempre chiuso con il lucchetto. L’intera progettazione dovrà ora essere presentata in giunta, quindi in aula. Fino alla prossima primavera, quindi, non se ne parlerà. A meno che, durante il suo cammino, qualcosa venga accantonato. Altre aree a lago restano in sospeso o, meglio, nel libro dei sogni: stiamo parlando della ex Grigolli e dell’Idroscalo. Se ne parla da oltre trent’anni anni.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video