venerdì, Giugno 21, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiScuola: sciopero per le crepe nell'edificio
Studenti in strada per due ore ieri mattina. Al rientro dalle vacanze pasquali, allungate dal ponte del primo maggio, hanno avuto la sorpresa di trovare l'ingresso sbarrato della scuola di via Berto Barbarani.

Scuola: sciopero per le crepe nell’edificio

Studenti in strada per due ore ieri mattina. Al rientro dalle vacanze pasquali, allungate dal ponte del primo maggio, hanno avuto la sorpresa di trovare l’ingresso sbarrato della scuola di via Berto Barbarani. Tutto per via di alcuni calcinacci staccatisi al soffitto nella sala insegnanti. L’edificio che ospita la sede staccata sia del liceo scientifico Enrico Medi che quella dell’istituto professionale per il commercio Carlo Anti entrambi con sede a Villafranca, dal dicembre scorso è sotto osservazione e controllo da parte dei tecnici del settore edilizia della Provincia per via delle fessure manifestatesi nelle pareti. Ieri mattina all’apertura della scuola la preside della sede staccata dell’Anti aveva trovato sul pavimento della sala insegnanti un vetrino segnalatore staccatesi dalla parete. Scoperta che aveva consigliato l’insegnante Prassede Ferran, per precauzione, a non far entrare gli studenti nelle rispettive classi non prima di essersi messa in comunicazione con il preside dell’istituto. Iniziativa questa che trovava d’accordo anche la vice preside del Medi Maria Biasi. L’inizio di una lunga serie di comunicazioni con i rispettivi presidi che inviavano via fax informazioni dell’accaduto al settore manutenzione degli edifici scolastici.Soltanto verso le dieci dopo che il preside del Medi Giovanni Fiorentino aveva avuto garanzie sulla sicurezza dell’edificio i ragazzi potevano entrare nella scuola e avviare le lezioni. L’edificio scolastico di via Barbarani è stato realizzato negli anni Ottanta in più riprese. Sitratta di una struttura modulare con elementi prefabbricati fatta a regola d’arte, com’è stato certificato dai controlli.A gennaio di quest’anno, con il rientro degli studenti dalle vacanze di Natale, erano apparsi in vari punti dell’edificio dei movimenti nelle fessure dei blocchi modulari. Screpolature che si erano dilatate anche in seguito ad alcuni interventi effettuati alla parete in calcestruzzo con alcune aperture per adeguare l’edificio alle nuove norme di sicurezza e in particolare per collegare la struttura con una scala di soccorso esterna. Comunque immediato l’intervento dei tecnici della provincia, soprattutto del laboratorio prove materiali, che avevano monitorato l’intero stabile e installato, tra l’altro, un estensimetro meccanico rimovibile in grado di dare delle precise letture sul movimento delle fessure. Dai rilievi è in effetti emerso che trattandosi di una struttura relativamente nuova in fase di assestamento e suddivisa in tre blocchi, erano prevedibili dei movimenti che sarebbero stati evidenziati appunto in corrispondenza dei giunti. Per effetto delle dilatazioni causate dagli sbalzi di temperatura, gli intonaci inavvertitamente posti a copertura in prossimità di questi giunti hanno iniziato a screpolarsi, a staccarsi dal soffitto e dalle pareti e a mettere a nudo gli interstizi tra un modulo e l’altro. Cosa che se considerata del tutto naturale dai tecnici del settore, non ha mancato di creare qualche allarme nel corpo insegnante. E nonostante fosse stata data massima assicurazione sulla stabilità dell’intera struttura e quindi dell’inesistenza di pericoli di sorta, la caduta di un vetrino- tra l’altro considerata segnalazione superataha riacceso i timori. Sicché ieri mattina la responsabile della sede staccata dell’Anti Prassede Ferrari per precauzione, prima di tare entrare gli studenti nelle rispettive aule ha ritenuto necessario precise assicurazioni. Sta di fatto che gli stessi studenti, prima Bloccati sul piazzale e solo successivamente invitati alle lezioni, hanno chiesto tramite i loro rappresentanti precise indicazioni su quanto sta succedendo. “Per maggiore tranquillità non solo nostra aspettiamo – ha detto il portavoce Francesco Bazerla – dichiarazioni pubbliche rassicuranti”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video