venerdì, Maggio 24, 2024
HomeTerritorioNavigazioneLa Guardia Costiera del Lago di Garda al lavoro: Suppisti in difficoltà...

La Guardia Costiera del Lago di Garda al lavoro: Suppisti in difficoltà tratti in salvo presso Gardone Riviera

Non c’è dubbio che il Lago di Garda, con le sue 164 km di coste, sia uno dei gioielli dell’Italia. Ma mentre molti di noi godono delle sue acque turchesi e delle giornate ferragostane, altri lavorano senza sosta per garantire la sicurezza di tutti.

L’intervento del giorno

Era intorno alle 11:30 di questa mattina quando, sotto un cielo terso, un velista nelle acque di Gardone Riviera ha avvistato una coppia di suppisti in evidente difficoltà. Con il lago mosso e il vento che li stava spingendo sempre più lontano dalla costa, la situazione si stava rapidamente deteriorando. La Guardia Costiera è intervenuta prontamente inviando l’GC A58, riuscendo a soccorrere i turisti e a trasferirli in totale sicurezza nel sorgitore di partenza di Toscolano Maderno, dove sono sbarcati senza necessità di assistenza medica.

Un consiglio dalla Guardia Costiera

Anche se può sembrare un intervento di routine, la Guardia Costiera sottolinea l’importanza di restare vigili. In circostanze differenti, questa situazione avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. Dalla Sala Operativa viene quindi rilanciato il consiglio di indossare sempre un giubbotto di salvataggio durante l’attività di SUP e di avere uno smartphone a portata di mano per eventuali emergenze, chiamando i numeri di emergenza 112 o 1530 in caso di necessità.

La presenza della Guardia Costiera sul Lago di Garda

La Comunità del Garda, con lungimiranza, nel 1999 ha sollecitato un potenziamento del dispositivo SAR sul bacino lacustre. Oggi, la Guardia Costiera può contare su 40 guardiacoste e sette mezzi navali. E, novità della stagione estiva, sono stati aggiunti cinque soccorritori marittimi al Nucleo gardesano, rafforzando ulteriormente la sicurezza sul lago.

Conclusione:
Il Lago di Garda non è solo un luogo di svago e bellezza, ma anche un luogo dove la sicurezza e la protezione sono al primo posto. Grazie all’incessante lavoro delle forze dell’ordine e delle squadre di soccorso, possiamo continuare a godere di questo spettacolare angolo d’Italia con tranquillità.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video