giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualità“On The Road – insieme con i giovani a fianco delle emergenze”

“On The Road – insieme con i giovani a fianco delle emergenze”

Sarà presentato questo venerdì 8 aprile alle 18, presso Palazzo Todeschini (Sala Pelèr), il progetto “On The Road – insieme con i giovani a fianco delle emergenze” promosso dal gruppo Lions Club Desenzano Lago, che sostiene l’iniziativa come service pluriennale, con il patrocinio del Comune di Desenzano del Garda.

Il progetto è stato lanciato nel 2007 da un format del giornalista Alessandro Invernici e da un’idea dell’agente Giuseppe Fuschino dell’allora Consorzio di Polizia Locale Valseriana, con l’obiettivo principale di “diffondere tra le nuove generazioni una rinnovata consapevolezza in materia di sicurezza stradale ed educazione alla legalità tramite il coinvolgimento attivo di giovani over 18”. L’iniziativa, unica in Italia, si è già concretizzata per le strade e in vari centri della Bergamasca e del Milanese e offre agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado l’opportunità di “vestire” i panni degli agenti di Polizia locale, partecipando e vedendo con i propri occhi l’operatività quotidiana delle forze dell’ordine coinvolte nel progetto. Un modo innovativo e rivoluzionario di educare le nuove generazione al tema della sicurezza sulla strada e alla legalità in modo pratico, attivo e partecipe, con il supporto anche dei nuovi strumenti di comunicazione attraverso video e social network.

Alla presentazione di venerdì 8 aprile interverranno: il sindaco Rosa Leso, il giornalista e ideatore del progettoAlessandro Invernici, Claudia Masinari già comandante dell’Unione Insieme sul Serio e Carlalberto Presicci, comandante della Polizia locale di Desenzano. Dopo le testimonianze dei ragazzi “On The Road”, le conclusioni saranno affidate a Giancarlo Bassi, presidente dell’associazione socio educativa Ragazzi On The Road.

“On The Road” serve anche a rafforzare il senso di comunità, in particolar modo tra le giovani generazioni. I ragazzi diventano protagonisti nell’affrontare le emergenze, scendono in campo con le istituzioni e vestono di volta in volta i panni di agenti della Polizia locale, pompieri, volontari del Garda e Croce rossa. Un’esperienza socio-educativa che lascia il segno e aiuta a maturare coscienza e consapevolezza.

L’iniziativa si è potuta fregiare negli anni del patrocinio di vari enti: Consiglio regionale della Lombardia, Comune di Bergamo – Assessorato alla Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile, Polizia provinciale di Bergamo, Comunità Montana Valle Seriana, PromoSerio, Ufficio Scolastico Provinciale, Ufficio Pastorale Età Evolutiva della Diocesi di Bergamo, Asl Bergamo, Bergamo Capitale della Cultura, Camera di Commercio Bergamo, Comunità Montana Valle Seriana, Automobile Club Bergamo, Touring Club Italiano, Areu 118 e Atalanta B.C.

L’obiettivo generale è stato quello di ridurre le distanze tra utenti della strada e forze dell’ordine e di far capire ai giovani che l’utilizzo di sostanze proibite come alcol e droghe è deleterio, in particolar modo quando si è alla guida. Uno dei messaggi trasmessi è stato quello che il divertimento in compagnia di coetanei e amici è possibile senza ricorrere sistematicamente allo “sballo”. I ragazzi, partecipando alle serate “pratiche” di controlli, hanno appreso cosa significa esagerare quando si è al volante o in sella a una moto e, grazie all’esperienza, educano sia loro stessi che i loro coetanei sui rischi connessi a una guida imprudente e irresponsabile.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video