mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeAttualitàUna gara dentro la cittàper atleti di «handbike»
Iniziativa di Panathlon Club e Comune: e potrebbe divenire una «classica»

Una gara dentro la cittàper atleti di «handbike»

Trenta atleti diversamente abili sono stati protagonisti, ieri mattina, del primo «Handbike Meeting»: corsa dimostrativa organizzata dal Panathlon del Garda con il patrocinio di Comune e Regione. Gli atleti, quattro donne e 26 uomini guidati dalla pluricampionessa Francesca Porcellano, qui in veste anche di panathleta, sono partiti alle 11.50 dal ponte San Giovanni. Il circuito é stato individuato all’interno del centro storico e percorso per dieci volte, per una distanza complessiva di circa 10 chilometri, con arrivo in piazza Betteloni, davanti al municipio.«Siamo molto soddisfatti dell’esito di questo meeting che è stato scelto dal nostro club come evento simbolo del ventennale della sua fondazione», dice a fine corsa Bruno Dalla Pellegrina, presidente del Panathlon club del Garda. «L’obiettivo è promuovere lo sport e i suoi valori, e niente lo avrebbe potuto fare meglio dello straordinario gesto atletico di questi sportivi che purtroppo, e ingiustamente, non godono degli stessi riflettori di altri». Dal presidente del Club il ringraziamento «all’amministrazione comunale per aver sostenuto sin dall’inizio questo progetto; e a polizia locale, Pro loco, Protezione civile, ai volontari della Croce rossa e allo Yacht club per il prezioso aiuto organizzativo e logistico».Alla manifestazione hanno assistito anche le classi della scuola secondaria di Peschiera. «Li abbiamo voluti con noi perché questa giornata straordinaria potesse essere un’occasione, per loro, di verificare che la vita non è solo droga o alcol ma che sono altri i modi e i contesti in cui si dimostra di avere carattere», commenta Renato Signorelli, consigliere delegato allo Sport. «In questo senso mi ha fatto molto piacere l’entusiasmo dei nostri giovani così come della cittadinanza che ha assistito alla gara con interesse dai vari angoli del paese». «Peschiera», continua, «ha già ricevuto molti complimenti da parte di altri Comuni per il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche nei negozi del centro storico. Questa manifestazione», ha sottolineato il consigliere, «è stata un’ulteriore occasione per ribadire la sensibilità e l’attenzione del nostro Comune nei confronti dei diversamente abili».Un concetto su cui ha insistito anche l’assessore regionale alle politiche sociali Stefano Valdegamberi, arrivato a Peschiera appositamente per il Meeting. «Torno nel giro di poche settimane per un’altra iniziativa bella e importante. Un’occasione che serve per abbattere le barriere culturali e la prevenzione che a volte ancora accompagna il mondo della disabilità. Come se non ci si volesse rendere conto che ognuno di noi, individuo diverso da ogni altro, ha proprie abilità e disabilità. E quest’ultima», ribadisce Valdegamberi, «va vista come un fattore non discriminante bensì di arricchimento per la collettività».Alla soddisfazione generale si è unita quella di Francesca Porcellato «per una manifestazione bella, ben organizzata e seguita e che mi auguro possa diventare una classica. Se sarà possibile, potremo lavorare tutti insieme per individuare un percorso più lungo, che consenta la partecipazione di un numero maggiore di atleti».

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In Evidenza

Dello stesso argomento

Ultime notizie

Ultimi Video