sabato, Febbraio 24, 2024
HomeAttualitàUna pedalata a Colà di Lazise per ricordare Gigi

Una pedalata a Colà di Lazise per ricordare Gigi

Dire che la biciclettata è stata un successo è dire poco. Hanno pedalato fra i borghi e le cantine di Colà mamme, papà, bambini, giovani, anziani, tutti quanti abbiano avuto a disposizione una bicicletta. Un fiume umano su due ruote che ha letteralmente invaso la frazione di Colà , le stradine di campagna, i filari stracolmi di uva pronta da vendemmiare, fino a raggiungere il primo posto di ristoro, l'azienda agricola di Giovanni e Paolo Stanzial in direzione Pacengo, dove è stata preparata una colazione d'altri tempi: fogassin su la gradela e caffelatte.

“Ritengo che ricordare Gigi in questa maniera sia l'atto più bello che si poteva realizzare – spiega commosso Ugo Zanandreis, presidente della onlus Amici di Gigi- perché un serpentone umano così lungo avrebbe commosso anche Gigi che ritengo da lassù ci abbia accompagnato tenendoci per mano. Ma quello che più ci gratifica è avere la certezza che ognuno di questi ” pedalatori” ha contribuito a raccogliere fondi per l'associazione italiana sclerosi multipla di Verona e per la Fondazione Italiana Sclerosi Multipla a favore della ricerca scientifica su questa tremenda malattia.”

Ma la carovana, dopo il primo ristoro, è ripartita per far tappa alle cantine. Azienda Agricola Girardi, a Palù dei Mori con polenta e renga e polenta e salame, ovviamente con il buon della zona. Terza tappa dai fratelli Pachera a casa Erminia con una grandissima grigliata di alette di pollo preparata dalla comunità brasiliana di Peschiera del Garda. Ripartenza fra le bellezze delle colline colatine e ultima tappa dai fratelli Bergamini, rinomata cantina del luogo con bruschette, macedonia, e fiumi di “Chiarè” quale aperitivo per il gran finale agli impianti sportivi della Madonna della Neve dove ad attendere i ciclisti domenicali c'era una grande mortadella di oltre 60 chili ed una grande pastasciuttata per tutti. Gran finale con la torta di mele e brindisi con spumante.

“Una pedalata con i fiocchi, la 15^ per la precisione – spiega il presidente dell' Claudio Zeni che ha contribuito all'organizzazione – che è stata davvero generosa, sotto ogni profilo. Generosa per le offerte raccolte per la ricerca scientifica ma anche da parte degli sponsor che non hanno davvero badato a spese nell'accontentare tutti, ma proprio tutti, nelle loro aziende agricole e cantine. Generosità e simpatia che ogni volta ci commuove e ci fa capire quanta sensibilità ha la nostra gente per chi è stato meno fortunato.”

Sergio Bazerla

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video