giovedì, Aprile 25, 2024
HomeManifestazioniAvvenimentiVisite ambulatoriali: l'Azienda Ospedaliera illustra la situazione
Tempi di attesa: polverizati gli obbiettivi della Regione

Visite ambulatoriali: l’Azienda Ospedaliera illustra la situazione

Migliora sensibilmente il quadro dei tempi d’attesa negli ambulatori e nei laboratori della sanità del Garda e della Bassa Bresciana, che fa capo all’Azienda ospedaliera di Desenzano nel cui distretto sono compresi gli ospedali di Gavardo, Salò, Lonato, Leno e Manerbio.Rispetto agli obbiettivi fissati dalla Regione e ai dati diffusi dall’Asl di Brescia, che si riferiscono allo scorso febbraio, la situazione è decisamente migliorata. Non solo: di recente il direttore generale Angelo Foschini ha firmato un decreto con il quale viene attivato il piano di comunicazione sulle liste d’attesa per il 2000.D’ora in avanti verrà pubblicizzato capillarmente il piano relativo ai tempi d’attesa delle prestazioni ambulatoriali e di diagnostica, con aggiornamenti quindicinali affissi in tutti gli ospedali e nei luoghi di maggior afflusso fa parte degli utenti.I tempi d’attesa delle principali prestazioni erogate saranno inoltre resi noti al pubblico attraverso appositi monitor collocati in vari luoghi, senza captare l’utilizzo di giornali, emittenti radiotelevisive, Internet (www.onde.net/aod/ index.htm in attesa che venga attivato, nei prossimi mesi, il sito intarnet aziendale: www.aod.it).E lancerà, è in preparazione la Carta dei servizi, mentre tra breve dovrebbe partire il foglio informativo aziendale.«L’Azienda ha provveduto afotografare i tempi d’attesa reali, monitorando il periodo che arriva alla fine di luglio – spiega il direttore sanitario, professor Alfonso Castellani -: rispetto a quanto rilevato nella ricognizione effettuata a febbraio, sono migliorati sensibilmente».Ma come è stato possibile abbattere ulteriormente questi tempi? Lo spiega il direttore generale Foschini: «Abbiamo ottenuto un simile risultato grazie all’impegno profuso dal personale medico, infermieristico e tecnico che, con notevole sforzo e dilatando i tempi di servizio oltre quelli normali, ha reso possibile il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda rispettando le direttive regionali».Gli esempi non mancano. All’ospedale di Desenzano occorrono 3 giorni per un elettrocardiogramma (contro i 20 fissati dalla Regione), 3 per un test allergologico (20), 2 per una gastroscopia (20). A Gavardo, per un Ecg, occorrono 3 giorni, 16 per una visita neurologica, 2 per una visita ginecologica, anche se la situazione complessiva in questo ospedale deve ancora migliorare.Buona anche la situazione all’ospedale di Manerbio con tempi d’attesa eccellenti rispetto agli obiettivi regionali. Per un Ech l’attesa è tra O a 6 giorni, idem per una gastroscopia e per un intervento di chirurgia, 10 giorni per un laser in oculistica, fino a 6 giorni massimo per una visita ginecologica, mentre per una mammografia ne occorrono invece 28 contro i 30 previsti dalla Regione.Ma si tratta di un caso eccezionale, perché per il resto delle prestazioni Manerbio è un fiore all’occhiello nel panorama dell’azienda ospedaliera di Desenzano.In definitiva, gli obbiettivi fissati mesi orsono sono stati abbondantemente superati: per il cittadino i tempi d’attesa non sono più proibitivi, con gran giovamento della salute, della prevenzione e della cura delle malattie e della qualità dei servizi erogati.Maurizio Toscano

Nessun Tag Trovato
Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dello stesso argomento

- Advertisment -

Ultime notizie

Ultimi Video