Affonda natante da diporto con 7 persone a bordo: tutti salvi

16/08/2021 in Attualità
Di Redazione

È suc­ces­so nel­la tar­da mat­ti­na­ta di oggi — lunedì 16 agos­to — a largo dell’isola del Gar­da, ove un natante da dipor­to noleg­gia­to sul­la spon­da veronese è affonda­to dopo avere imbar­ca­to acqua prob­a­bil­mente per il moto ondoso in aumento.

Tut­ti e sette gli occu­pan­ti — tur­isti di nazion­al­ità olan­dese, tra cui 2 minori — al momen­to dell’affondamento sono sta­ti notati da un altro pic­co­lo natante in tran­si­to, che li ha velo­ce­mente recu­perati a bordo.

Nell’immediatezza del recu­pero tran­si­ta­va nel trat­to di lago la nave Tren­to del­la soci­età di Nav­i­gar­da, il cui Coman­dante, nel notare la situ­azione, si avvic­i­na­va per poi tras­bor­dare i naufraghi a bor­do del­la più grande unità da passeg­geri, al fine di dar­gli imme­di­a­ta assistenza.

Nel con­tem­po veni­va dato l’allarme alla Sala Oper­a­ti­va del­la che invi­a­va imme­di­ata­mente il GC B98 e il GC A58 sul pun­to dell’affondamento. Ver­i­fi­ca­to che non vi fos­sero altri naufraghi in acqua i guardia­coste inter­venu­ti, accer­ta­to che non vi era­no trac­ce di inquina­men­to sul pun­to di affon­da­men­to, scor­ta­vano Nave Tren­to fino al Por­to di Gar­da, per i suc­ces­sivi accer­ta­men­ti di rito final­iz­za­ti a sta­bilire la reale dinam­i­ca dell’evento.

Sarà adem­pi­men­to del tito­lare del noleg­gio recu­per­are l’unità affondata.