Montichiari, Sirmione, Toscolano, Bedizzole e Limone: saranno queste le località bresciane interessate all’edizione del Cantalago 2000.

Cantalago 2000 con bellezze italiane

Di Luca Delpozzo
l. d. p.

Mon­tichiari, Sirmione, Toscolano, Bedi­z­zole e Limone: saran­no queste le local­ità inter­es­sate all’edizione del Can­ta­la­go 2000. Il del­la can­zone, come è sta­to defini­to questo appun­ta­men­to che in pochi anni ha saputo far­si apprez­zare non solo sulle sponde garde­sane e che giunge quest’anno alla sua 5a edi­zione. La man­i­fes­tazione itin­er­ante, pre­sen­ta­ta ieri mat­ti­na al Cen­tro Con­gres­si di Cavaion, pre­sen­ti tutte e quat­tro le pre­sen­ta­tri­ci, Emanuela Fol­liero, Adri­ana Volpe, Fed­er­i­ca Moro e Saman­tha De Grenet, approderà in quindi­ci pae­si del oltre alle due impor­tan­ti tappe di Mona­co di Baviera (domeni­ca 4 giug­no) e del teatro Romano di Verona (lunedì 26 giug­no). «Due ser­ate di gala per lan­cia­re pro­mozional­mente il più grande lago d’Italia e fes­teggia­re il quar­an­tes­i­mo anniver­sario del tra la «cap­i­tale» del­la Baviera e la cit­tà di Giuli­et­ta». L’essenza del­lo spet­ta­co­lo rimane la gara tra can­tan­ti per la sezione inter­preti e inedi­ti, con­cor­so quest’ultimo in stret­ta sin­er­gia con il Cet, l’accademia del­la musi­ca di Toscolano (Umbria) del mae­stro Mogol lo scor­so anno pres­i­dente di giuria nel­la finalis­si­ma di Desen­zano pre­sen­ta­ta da Simona Ven­tu­ra e Fran­co Oppi­ni. Sul pal­co anche Elisa Antonel­li e Sab­ri­na Bar­bi, in pas­sato pro­tag­o­niste al Can­ta­la­go e ora colonne del­la man­i­fes­tazione che par­tirà saba­to 1 luglio a Bus­solen­go per ter­minare a Limone il due set­tem­bre. Finale con­dot­ta da Saman­tha De Grenet con la parte­ci­pazione spe­ciale di Mal e Cecil­ia Gayle. Il Can­ta­la­go avrà anche una par­ente­si lega­ta alla sol­i­da­ri­età con la ven­di­ta di un Cd con­te­nente le migliori pro­duzioni musi­cali del Fes­ti­val. Il rica­va­to del­la ven­di­ta sarà devo­lu­to all’associazione Home­rus inten­ta ad acquistare un’apparecchiatura elet­tron­i­ca satel­litare per aiutare i ciechi di tut­to il mon­do a nav­i­gare in maniera autono­ma. — Mon­tichiari, Sirmione, Toscolano, Bedi­z­zole e Limone: saran­no queste le local­ità inter­es­sate all’edizione del Can­ta­la­go 2000. Il Fes­ti­val del Gar­da del­la can­zone, come è sta­to defini­to questo appun­ta­men­to che in pochi anni ha saputo far­si apprez­zare non solo sulle sponde garde­sane e che giunge quest’anno alla sua 5a edi­zione. La man­i­fes­tazione itin­er­ante, pre­sen­ta­ta ieri mat­ti­na al Cen­tro Con­gres­si di Cavaion, pre­sen­ti tutte e quat­tro le pre­sen­ta­tri­ci, Emanuela Fol­liero, Adri­ana Volpe, Fed­er­i­ca Moro e Saman­tha De Grenet, approderà in quindi­ci pae­si del lago di Gar­da oltre alle due impor­tan­ti tappe di Mona­co di Baviera (domeni­ca 4 giug­no) e del teatro Romano di Verona (lunedì 26 giug­no). «Due ser­ate di gala per lan­cia­re pro­mozional­mente il più grande lago d’Italia e fes­teggia­re il quar­an­tes­i­mo anniver­sario del gemel­lag­gio tra la «cap­i­tale» del­la Baviera e la cit­tà di Giuli­et­ta». L’essenza del­lo spet­ta­co­lo rimane la gara tra can­tan­ti per la sezione inter­preti e inedi­ti, con­cor­so quest’ultimo in stret­ta sin­er­gia con il Cet, l’accademia del­la musi­ca di Toscolano (Umbria) del mae­stro Mogol lo scor­so anno pres­i­dente di giuria nel­la finalis­si­ma di Desen­zano pre­sen­ta­ta da Simona Ven­tu­ra e Fran­co Oppi­ni. Sul pal­co anche Elisa Antonel­li e Sab­ri­na Bar­bi, in pas­sato pro­tag­o­niste al Can­ta­la­go e ora colonne del­la man­i­fes­tazione che par­tirà saba­to 1 luglio a Bus­solen­go per ter­minare a Limone il due set­tem­bre. Finale con­dot­ta da Saman­tha De Grenet con la parte­ci­pazione spe­ciale di Mal e Cecil­ia Gayle. Il Can­ta­la­go avrà anche una par­ente­si lega­ta alla sol­i­da­ri­età con la ven­di­ta di un Cd con­te­nente le migliori pro­duzioni musi­cali del Fes­ti­val. Il rica­va­to del­la ven­di­ta sarà devo­lu­to all’associazione Home­rus inten­ta ad acquistare un’apparecchiatura elet­tron­i­ca satel­litare per aiutare i ciechi di tut­to il mon­do a nav­i­gare in maniera autono­ma. l. d. p.