A sorpresa, la fiera del turismo traslocherà a Rimini

E’ finito l’amore tra Ttg e Riva

15/02/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

«Una pug­nala­ta alla schiena, stu­di­a­ta accu­rata­mente a tavoli­no per non con­ced­er­ci alcuno spazio di movi­men­to». Gian­ni Zon­ti­ni, pres­i­dente di Pala­con­gres­si, non usa giri di parole per definire il com­por­ta­men­to dei ver­ti­ci di «Ttg Incon­tri spa», la soci­età che ormai da qualche anno orga­niz­za­va a Riva l’omon­i­ma fiera del tur­is­mo. Un appun­ta­men­to che, nel­l’ul­ti­ma edi­zione, ave­va fat­to reg­is­trare 20mila pre­sen­ze e che, fina dalle prime edi­zioni, rap­p­re­sen­ta­va un notev­ole indot­to per tut­ti i set­tori. Nonos­tante un con­trat­to che avrebbe dovu­to assi­cu­rare fino al 2004 la man­i­fes­tazione a Riva, mer­coledì scor­so l’am­min­is­tra­tore del­e­ga­to del­la «Ttg Incon­tri spa», Pao­lo Audi­no, a comu­ni­ca­to ad un estere­fat­to Zon­ti­ni la deci­sione di trasferire la man­i­fes­tazione a Rim­i­ni. «Ques­ta per­sona — rac­con­ta — mi ha chiam­a­to chieden­do di poter­mi vedere in fret­ta. Ho capi­to che c’era qual­cosa che non anda­va e mer­coledì ne ho avu­to la con­fer­ma. Audi­no si è pre­sen­ta­to con il diret­tore di Rim­i­ni Fiera e mi ha mes­so di fronte al fat­to com­pi­u­to». La clas­si­ca doc­cia fred­da, dunque, alla quale Pala­con­gres­si ha reag­i­to affi­dan­dosi ai pro­pri legali. «I con­trat­ti van­no rispet­tati — spie­ga Zon­ti­ni — e noi fare­mo in modo che lo sia anche quel­lo fir­ma­to con noi lo scor­so anno. Sap­pi­amo bene che tutte le cose han­no un ter­mine, ma il modo con cui “Ttg Incon­tri spa” ha deciso di chi­ud­ere con Riva las­cia davvero perplessi».Amarezza, delu­sione e rab­bia per un tradi­men­to inat­te­so e soprat­tut­to immer­i­ta­to. «La man­i­fes­tazione era cresci­u­ta parec­chio — com­men­ta Zon­ti­ni — da quan­do era appro­da­ta a Riva». Il clam­oroso “vol­ta fac­cia” nasce dal­l’ac­quis­to di «Ttg Incon­tri spa», di pro­pri­età del Grup­po Seat Pagine Gialle, da parte di Rim­i­ni Fiera che, così facen­do, non solo si è acca­parra­to la man­i­fes­tazione, ma ha imped­i­to che ques­ta venisse “assor­bi­ta” dal­la Bit, la Bor­sa Inter­nazionale del Tur­is­mo che si tiene a . Acquis­to mira­to, a cui Pala­con­gres­si ave­va pen­sato nei mesi scor­si, ma i costi trop­po alti (la cifra si aggir­erebbe attorno ai 9 mil­ioni di euro) ave­vano fat­to naufra­gare l’ipote­si qua­si subito. A quel pun­to, Audi­no & C. si sono riv­olti a qual­cuno che potesse garan­tire loro la soprav­viven­za: Rim­i­ni Fiera, da sem­pre con­cor­ren­ziale con Milano.Ieri pomerig­gio, intan­to, alle 17, s’è riu­ni­to il con­siglio d’am­min­is­trazione di «Pala­con­gres­si spa», ma anziché trattare degli argo­men­ti inser­i­ti in prece­den­za all’or­dine del giorno, l’assem­blea ha dis­cus­so del “tradi­men­to” di Ttg Incon­tri. Zon­ti­ni ha “uffi­cial­mente” infor­ma­to i soci di quan­to era accadu­to, ma nes­suna deci­sione è sta­ta pre­sa.

Parole chiave: