Domani si suggella il gemellaggio. La delegazione della Costa Azzurra visiterà la città e San Martino Presenti anche Amberg e Wiener Neustadt, prossime «gemelle»

Gli amici di Antibes scoprono il Garda

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Un tuffo nel­l’am­i­cizia per conoscer­si e diventare cit­ta­di­ni europei. Questo slo­gan può forse sin­te­tiz­zare il sig­ni­fi­ca­to del che da oggi a domeni­ca con­giungerà due cit­ta­dine che molto han­no in comune: Desen­zano e Antibes Juan-les-Pins, sul­la Cos­ta Azzur­ra. Acqua, forte con­no­tazione tur­is­ti­ca, sto­ria e cul­tura affi­ni, bas­tano forse questi tre-quat­tro ele­men­ti di con­fron­to per dimostrare quan­to il gemel­lag­gio tra le due incan­tevoli local­ità di vil­leg­giatu­ra abbia con­sid­erevoli pun­ti di con­ver­gen­za. Desen­zano, dunque, apre oggi le sue porte alla del­egazione francese ricam­bian­do l’ospi­tal­ità rice­vu­ta in aprile scor­so, quan­do toc­cò a una rap­p­re­sen­tan­za garde­sana a recar­si in visi­ta nel­la «per­la» del­la Cos­ta Azzur­ra. In questo fine set­ti­mana, con una Desen­zano addob­ba­ta a fes­ta, con bandiere del­l’U­nione Euro­pea, del­la Fran­cia e del­l’I­talia, ver­rà sanci­to uffi­cial­mente il gemel­lag­gio con la fir­ma del­la Car­ta. L’ap­pun­ta­men­to è fis­sato per le 17 di domani, saba­to 6 otto­bre, in piaz­za Malvezzi (in caso di mal­tem­po la cer­i­mo­nia si svol­gerà all’in­ter­no del palaz­zo del Tur­is­mo), pre­ce­du­to da un con­cer­to del­la Ban­da cit­tad­i­na. La ser­a­ta si con­clud­erà con il galà al Park Hotel, dove gli chef del noto alber­go han­no prepara­to un pran­zo europeo. Dopodomani, domeni­ca, invece la gior­na­ta sarà ded­i­ca­ta prin­ci­pal­mente alla visi­ta dei luoghi risorg­i­men­tali dove i France­si com­bat­terono, con gravis­sime perdite, a fian­co dei Piemon­te­si nel 1859. La del­egazione di Antibes, atte­sa per ques­ta mat­ti­na, è for­ma­ta dal sin­da­co Jean Leonet­ti, che è anche dep­u­ta­to al par­la­men­to francese e medico, dal pres­i­dente del­la locale azien­da tur­is­ti­ca, dai rap­p­re­sen­tan­ti delle asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, da stu­den­ti: in tut­to una quar­an­ti­na di per­sone. Nutri­ta la pre­sen­za di per­son­al­ità politiche ed isti­tuzion­ali ital­iane: gli eurodep­u­tati Raf­faele Cos­ta e Mario Man­to­vani, il con­sole gen­erale di Fran­cia Alain Rouil­larc, il sen­a­tore Francesco Tirelli, gli onorevoli Francesco Tolot­ti, e Adri­ano Paroli, l’asses­sore Fran­co Nicoli Cris­tiani a nome del­la , quin­di il pres­i­dente del­la Provin­cia Cav­al­li con gli asses­sori Buf­foli e Paroli­ni, il prefet­to di Bres­cia e numerosi sin­daci del­la zona, oltre al pres­i­dente del­l’Aci di Bres­cia e all’in­tera Ammin­is­trazione comu­nale di Desen­zano. Ci saran­no infine il sin­da­co di Amberg (Ger­ma­nia) e una del­egazione del­la cit­tà aus­tri­a­ca di Wiener Neustadt, prossime anche loro a gemel­lar­si con Desen­zano. A pre­sentare i det­tagli del nutri­to cal­en­dario di man­i­fes­tazioni sono sta­ti gli asses­sori e Mario Mar­chioni che han­no lavo­ra­to alacre­mente con il comi­ta­to gemel­lag­gio per la sua mes­sa a pun­to. Una tre giorni non solo di vis­ite e scam­bi cul­tur­ali, ma soprat­tut­to il via a una serie di inizia­tive che, in for­ma di gemel­lag­gio, potran­no trovare pos­to nel futuro. I due pres­i­den­ti delle asso­ci­azioni degli alber­ga­tori, per esem­pio, si incon­tr­eran­no per stu­di­are inizia­tive pro­mozion­ali per sog­giorni a prezzi con­ven­zionati. E, anco­ra, per scam­bi cul­tur­ali. A dare il via saran­no i gio­vani ciclisti del Grup­po sporti­vo San Mar­ti­no del­la Battaglia che si recher­an­no il prossi­mo 20 otto­bre ad Antibes per parte­ci­pare ad una gara ama­to­ri­ale. Le tre gior­nate sono state sostenute da Calze­do­nia, Cen­tro Gam­ma, Plas­tic­work, Coop «La Prim­u­la», Fiat, Grana Padano e Selvoline.