La quinta edizione della manifestazione è in programma da venerdì 18 a domenica 20 luglio. La Regione del Tirolo orientale sarà protagonista con arte, cultura, giochi e piatti tipici.

«GustArte» conquistail castello di Desenzano

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La regione aus­tri­a­ca del Tiro­lo Ori­en­tale aus­tri­a­co, un ter­ri­to­rio dal­la natu­ra incon­t­a­m­i­na­ta sit­u­a­to tra la Val Pus­te­ria ital­iana e la Car­inzia, sarà al cen­tro dell’attenzione di Gus­tArte 2008, quin­ta edi­zione del­la man­i­fes­tazione in pro­gram­ma nel castel­lo di Desen­zano da ven­erdì 18 a domeni­ca 20 luglio.GustArte rap­p­re­sen­ta la real­iz­zazione di un prog­et­to di scam­bio gas­tro­nom­i­co e cul­tur­ale tra l’Austria e l’Italia per far conoscere i luoghi di inter­esse tur­is­ti­co, i di alta qual­ità, le tradizioni cul­tur­ali e artis­tiche. la man­i­fes­tazione ritor­na nel castel­lo desen­zanese dopo l’ec­cel­lente accoglien­za del­lo scor­so anno che ha dato la misura del­lo spes­sore che questo even­to sta con­qui­s­tan­do nel cal­en­dario delle man­i­fes­tazioni dell’estate bres­ciana. Un’importanza che ha comunque già super­a­to i con­fi­ni del­la nos­tra provin­cia, come con­fer­mano gli orga­niz­za­tori che anche nel­la quar­ta edi­zione han­no reg­is­tra­to la pre­sen­za di vis­i­ta­tori prove­ni­en­ti da tut­ta la Lombardia.A fare da antepri­ma alla scam­bio gas­tro­nom­i­co e cul­tur­ale tra il Tiro­lo aus­tri­a­co e il ter­ri­to­rio bres­ciano, nel­la scorse set­ti­mane è sta­to il viag­gio in Aus­tria di una del­egazione bres­ciana gui­da­ta da Amadeus Löw, garde­sano d’adozione, cuore e ani­ma di GustArte.In Tiro­lo si sono recati rap­p­re­sen­tan­ti del Gar­da e del­la Val Trompia per dare uffi­cial­mente il via all’evento tar­ga­to 2008: «Dopo le tre edi­zioni nel castel­lo di Soiano dove si sono pre­sen­tate le regioni di Stubaital e Hall Wat­tens, l’anno scor­so ci siamo spo­sta­ti a Desen­zano dove in luglio pro­por­re­mo cul­tura, tradizioni e cuci­na dell’Osttirol — spie­ga Amadeus Löw -. Il pro­gram­ma è ric­co. Ost­tirol si pre­sen­terà non solo con un pro­gram­ma musi­cale molto inter­es­sante — ven­erdì con gli Anras­er Spitzbuam, saba­to con un pro­gram­ma di folk­lore danze e musi­ca, domeni­ca con la musi­ca dei Dru­mar­tics — ma anche con un mer­cati­no ded­i­ca­to all’artigianato regionale».Nella vet­ri­na dell’artigianato sarà pre­sente un fab­bro che darà dimostrazioni pratiche di come si lavo­ra il ferro.Tra le curiosità, c’è anche il con­cor­so ded­i­ca­to al miglior som­me­li­er di suc­chi di frut­ta, con uno spazio ded­i­ca­to ai più piccoli.Il quiz «rispon­di e vin­ci» offrirà invece agli adul­ti la pos­si­bil­ità, rispon­den­do alle domande sul ter­ri­to­rio di Ost­tirol, di vin­cere pre­mia interessanti.Da non dimen­ti­care poi l’ap­prez­za­tis­si­ma cuci­na tipi­ca tirolese: in una pen­to­la di tre metri di diametro ver­ran­no cuci­nate le gus­tose spe­cial­ità locali.Nel castel­lo di Desen­zano, Gus­tArte si è con­sol­i­da­ta dunque come man­i­fes­tazione di grande richiamo.Nella pri­ma edi­zione di Gus­tArte si era­no con­tati poco meno di 1.000 vis­i­ta­tori. Nelle due edi­zioni suc­ces­sive la cresci­ta è sta­ta costante fino a super­are abbon­dan­te­mente le quat­tro­mi­la unità lo scor­so anno: «A Soiano abbi­amo lavo­ra­to bene, ma non era più pos­si­bile con­tin­uare in quel­la loca­tion per alcu­ni vin­coli, come l’impossibilità di cucinare, ai quali non pote­va­mo asso­lu­ta­mente derog­a­re — pre­cisa Amadeus Löw -. Abbi­amo volta­to dunque pag­i­na, trovan­do per­fet­ta­mente allineati in ques­ta nuo­va avven­tu­ra anche gli ami­ci aus­triaci che han­no accolto di buon gra­do il trasfer­i­men­to nel castel­lo di Desen­zano, un luo­go di prestigio».Ora l’obiettivo è super­are quo­ta 5 mila vis­i­ta­tori.

Parole chiave: